Tutti i pagamenti INPS di novembre: il calendario completo

Sono molte le erogazioni che l’INPS fa a vantaggio dei cittadini. Per ogni categoria la tranche mensile ha date differenti

inps pagamenti novembre
INPS (Foto Pixabay)

L’INPS è l’ente che più di tutti suscita l’interesse dei cittadini. Difatti la maggior parte delle prestazioni, da quelle previdenziali a quelle assistenziali, passano per le mani dei dipendenti dell’ente. E da quando la digitalizzazione della pubblica amministrazione ha coinvolto anche l’INPS la maggior parte delle persone cerca notizie online sulle proprie prestazioni anziché rivolgersi direttamente agli uffici dell’ente. Oltretutto l’INPS ha a disposizione anche dei social per rispondere direttamente agli utenti.

Per le questioni generali, come ad esempio le date dei pagamenti delle varie prestazioni si può fare ricerca online. Per le prestazioni particolari è sempre consigliabile rivolgersi ad un esperto dell’ente previo appuntamento.

INPS, le prestazioni di novembre e le date

inps pagamenti novembre
INPS (Foto Pixabay)

Si inizia con il reddito di cittadinanza. A quanto pare il mese di novembre dovrebbe essere più ricco per coloro che non hanno ricevuto la mensilità di ottobre. La prima settimana dovrebbe essere erogata dall’INPS la ricarica compensativa del mese di ottobre, invece dal 15, o forse anticipato al 13, il pagamento consuetudinario di novembre. La Naspi a novembre sarà più ricca grazie all’aggiunta del bonus 150 euro. Il pagamento è previsto nei giorni 8, 9 e 10 novembre, come di consueto.

Leggi anche: Naspi, c’è o no la tredicesima a dicembre?

Discorso simile per il bonus 200 euro, che a novembre sarà erogato per i percettori di Naspi e di disoccupazione agricola che non lo hanno avuto in precedenza. Le date da segnare sul calendario sono il 7 e l’8 novembre. L’assegno unico per i figli farà aspettare ancora un po’. Infatti l’accredito generalmente avviene nella seconda settimana del mese, in questo caso la data prescelta potrebbe essere il 14. Invece devono attendere una settimana in più i beneficiari di assegno unico su reddito di cittadinanza.

Leggi anche: Pensioni INPS, non solo tredicesima: sorpresa a dicembre

L’INPS non accredita solo l’assegno unico come sostegno per i figli. Nonostante la maggior parte dei bonus siano stati inglobati in esso, rimangono le maggiorazioni per i figli disabili, il cui contributo è previsto per le famiglie monoparentali con disoccupazione o monoreddito con l’invalidità del figlio non inferiore al 60%. Per questo contributo la data fissata è tra l’8 e l’11 novembre. IL bonus terzo figlio invece è previsto per l’8 novembre.