Novità assegno Unico INPS: cosa cambia per i figli disabili

L’assegno unico INPS introduce novità per il 2023. Aggiunge agevolazioni per i figli disabili, sia maggiorenni che minorenni

assegno unico novità figli disabili
Assegno unico (Foto Pixabay)

L’ultimo anno per le famiglie italiane si è svolto nell’insegna delle difficoltà economiche, date principalmente dall’aumento del tasso d’inflazione e dal caro spesa. Allo stesso tempo misure governative hanno implementato aiuti per le famiglie con figli, lavorando così su due fronti. Dare sostegni maggiorni alle famiglie numerose con reddito basso ed incentivare la natalità, che sta toccando i minimi storici. L’assegno unico INPS ha debuttato lo scorso marzo.

La finestra per le richieste è stata aperta il primo gennaio 2022, mentre i pagamenti sono iniziati nel mese di marzo. I richiedenti che hanno inoltrato la domanda entro il 30 giugno scorso hanno avuto diritto agli arretrati dal mese di marzo. Tutti gli altri hanno iniziato a percepire l’assegno unico dal mese successivo la richiesta.

Assegno unico INPS per i figli disabili, l’incremento dal 2023

assegno unico novità figli disabili
Assegno unico (Foto Pixabay)

Le discriminanti che determinano l’importo dell’assegno unico sono principalmente due. Il reddito del nucleo familiare, identificato dall’indicatore ISEE, e la composizione stessa del nucleo familiare. Le famiglie con ISEE entro i 15.000 euro hanno diritto al massimo dell’assegno, pari a 175 euro per figlio. Al contrario, le famiglie con reddito al di sopra dei 40.000 euro, o coloro che alla richiesta non hanno allegato l’ISEE, hanno diritto a 50 euro al mese per figlio.

Leggi anche: Pensione INPS, quanto si percepisce con 33 anni di contributi

L’assegno unico spetta ai figli minori ed ai figli a carico fino a 21 anni che siano a carico e che frequentino un percorso di studi universitario oppure un corso di avviamento professionale o un tirocinio. Questi limiti di età prevedono delle eccezioni per i figli disabili. Dal 2023 con l’assegno unico ci saranno delle novità. Nel 2022 la maggiorazione per i figli disabili va dagli 85 ai 105 euro al mese, dipendentemente al grado di disabilità, fino al compimento dei 21 anni di età.

Leggi anche: Quali bonus INPS puoi avere con un ISEE fino a 10.000€

Dal 2023 la maggiorazione per i figli disabili viene corrisposta nella misura di 80 euro per i figli disabili entro i 21 anni. Per i figli disabili con età pari o superiore a 21 anni, l’incremento sull’assegno unico sarà di 85 euro al mese.