Beffa reddito di cittadinanza: chi perderà soldi a novembre

Il reddito di cittadinanza è la misura di sostegno per la lotta alla povertà in vigore dal 2019

Reddito di cittadinanza (Foto Adobe)

Il governo Draghi ha emanato il suo ultimo provvedimento prima della chiusura della legislatura che aprirà, poi, Palazzo Chigi, ad un nuovo premier per effetto delle elezioni del nuovo parlamento italiano del 25 settembre. Si tratta del decreto Aiuti-ter che ha previsto ulteriori e nuove misure di sostegno a cittadini e imprese per affrontare gli effetti dell’inflazione.

Il decreto avrà un valore di 14 miliardi di euro. Tra i diversi strumenti prevede anche un bonus una tantum bis del valore, però, di 150 euro. Il bonus sarà erogato a lavoratori, pensionati e percettori del reddito di cittadinanza. E’ previsto un diverso limite di reddito personale che sarà di 20.000 euro lordi. Quindi, riguarderà una platea più bassa rispetto ai destinatari del bonus da 200 euro.

Reddito di cittadinanza, cosa succede con il bonus

Reddito di cittadinanza (Foto Adobe)

Tuttavia, per i percettori del reddito di cittadinanza potrebbe diventare una beffa il periodo in cui sarà erogato il bonus da 150 euro. Infatti, tra le condizioni previste c’è il diritto a percepire il reddito nel mese di novembre. Tuttavia, i percettori del reddito di cittadinanza che hanno sospeso il reddito per la fine dei 18 mesi proprio a novembre, non riceveranno il bonus da 150 euro.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, appello Caritas: “Si rischia il disastro”

Infatti, quando terminano i 18 mesi consecutivi, a differenza della pensione di cittadinanza che si rinnova in automatico, per il reddito, invece, è necessario inoltrare una nuova richiesta che richiede la sospensione del beneficio per almeno un mese. Se il mese di vuoto capita proprio a novembre, per questi percettori non ci sarà possibilità di ricevere il bonus da 150 euro successivamente, anche in caso di proroga del sussidio di Stato.

Leggi anche: Pensioni INPS, bonus 150€ anche a chi ha già ricevuto i 200?

E’ stata ventilata anche l’ipotesi di ripetere il bonus da 150 euro anche per il mese di dicembre. In tal caso, questi percettori potrebbero rientrare nel bonus di dicembre, ma non recupereranno quello di novembre. Tuttavia, sull’eventuale bis di dicembre il ministro dell’Economia e finanza Franco ha precisato che dovrà decidere il nuovo governo.