Reddito di cittadinanza, spunta la nuova data di pagamento

Ad agosto si sono registrati dei ritardi di pagamento relativi ad alcune categorie di percettori del reddito

Reddito di cittadinanza, nuova data di pagamento (Foto Adobe)

In vigore dal 2019, il reddito di cittadinanza è lo strumento di lotta alla povertà che prevede un assegno a tutti coloro che non superano un determinato reddito Isee. L’assegno viene erogato tramite ricarica di una carta di pagamento apposita carta abilitata soltanto per determinati acquisti.

La ricarica prevista per il singolo richiedente equivale a 500 euro mensili ai quali si aggiungono 280 euro mensili nel caso di presenza dell’affitto della casa principale. I pagamenti avvengono solitamente intorno al 27 del mese. Tuttavia, per alcuni percettori del reddito i pagamenti sono previsti in largo anticipo.

Reddito di cittadinanza, la nuova data

Reddito di cittadinanza, nuova data di pagamento ad agosto (Foto Adobe)

Si tratta di coloro che ricevono per la prima volta il sussidio oppure di coloro che ricevono la prima ricarica del rinnovo del reddito di cittadinanza per altri 18 mesi. Il mese di agosto, però, ha riservato dei ritardi spiacevoli. Infatti, coloro che solitamente ricevono la ricarica in anticipo non hanno trovato il pagamento previsto sulla carta del reddito.

Leggi anche: Ricarica RdC, cambia la data ad agosto: quando arriverà

La notizia importante e da segnare per queste persone è che i pagamenti potrebbero partire il 16 agosto. Dal primo pomeriggio, infatti, è opportuno verificare, attraverso i diversi canali disponibili, se la ricarica è stata effettuata. A partire dalle ore 14, infatti, potrebbero comparire i primi pagamenti.

Leggi anche: INPS, ecco i pagamenti attesi entro Ferragosto

Per quanto riguarda il motivo dei ritardi non è stata diffusa alcuna nota ufficiale in tal senso. Tuttavia, le difficoltà riscontrate dovrebbero riguardare soltanto il mese di agosto. A settembre, invece, tutto dovrebbe procedere regolarmente senza i ritardi registrati ad agosto.

E’ opportuno ricordare che i percettori del reddito di cittadinanza hanno anche diritto a ricevere il bonus da 200 euro una tantum previsto per lavoratori e pensionati che non superano 35.000 euro di reddito personale lordo. I pagamenti arriveranno ad agosto e qualcuno potrebbe già aver ricevuto il bonus da 200 euro.