Conto corrente, allarme Wi-fi negli hotel: la scoperta

Attenzione alle connessioni Wi-fi in hotel e negli alberghi, la possibilità di essere vittime di truffe e raggiri è alta anche per i conti corrente

Wi-fi in camera hotel
Wi-fi in hotel (Foto Pixabay)

Con l’estate e in occasione di viaggi e vacanze il bisogno di connessioni per i propri device non si affievolisce. Anzi poter utilizzare siti e pagine web come fonte di informazioni e consigli per i propri spostamenti e la propria villeggiatura è ritenuto necessario da molti. Per questo tra le principali richieste che si fanno ad alberghi e hotel è la presenza di una comoda connessione wi-fi in hotel e in camera.

Tutte le grandi strutture di accoglienza sono ormai provviste di connessioni, ripetitori e modem per soddisfare le richieste dei propri clienti e di un turismo sempre più orientato anche verso una dimensione digitale. La richiesta della password è quindi consueta per ogni villeggiante in trasferta lontano da casa.

Attenzione al wi-fi in hotel e nelle strutture alberghiere si rischia anche il conto corrente

Wi-fi in hotel richiedere
Wi-fi in hotel (Foto Pixabay)

Le reti di albergi e hotel raccolgono centinaia, a volte migliaia di utenti, attirando l’attenzione di truffatori ed hacker pronti ad approfittare delle eventuali scarse protezioni offerte. Questo è uno dei pericoli più grandi, la possibilità cioè che le reti presenti nelle strutture non siano sufficientemente protette, se non addirittura vulnerabili ad attacchi esterni di truffatori informatici.

Ad essere prese di mira sono soprattutto le transazioni elettroniche di denaro che si effettuano con troppa leggerezza. La possibilità che hacker privi di scrupoli possano entrare in possesso di password e informazioni personali sono alte. Presi di mira i dati di conti correnti, carte elettroniche di credito e bancomat che passano sulla rete senza le adeguate norme di sicurezza informatica.

Leggi anche: Non metterli in valigia: questi oggetti sono vietati nei treni

Si può cercare personalmente di proteggere i propri dati impostando le identificazioni con nuove password ed evitando sequenze troppo semplici e scontate. Inoltre esistono dei semplici programmi di crittografia che rendono molto più difficile il lavoro dei malintenzionati informatici.

Leggi anche: Con 15 o 20€ puoi andare in queste città europee: offerta Ryanair

Anche i programmi antivirus e antimalware possono risultare molto efficaci nel proteggere i dati contenuti in cellulari, tablet e pc da aggressione ed intrusioni esterne. Quindi in contesti informatici poco sicuri meglio evitare transazioni con i propri conti e segnalare ogni tentativo di truffa alle autorità di polizia.