Reddito di cittadinanza, il bonus 200 euro si potrà prelevare?

Chiarimenti sul prelievo in contante del bonus 200 euro una tantum per i beneficiari del Reddito di cittadinanza, dettaglio decisivo

Banconota 200 euro
Bonus 200 euro (Foto PIxabay)

L’attesa per il Bonus una tantum è ancora molta in tante categorie di cittadini. Infatti mentre dipendenti e pensionati hanno ricevuto o stanno per ricevere la soma di 200 euro, altre dovranno aspettare ancora. Tra questi intermittenti, stagionali, collaboratori coordinati e continuativi e non ultimi i percettori di Reddito di cittadinanza.

Se il bonus andrà a ricaricare la carta per la spesa, i tempi per l’operazione sono ancora incerti. Infatti è certo che l’erogazione dell’una tantum avverrà direttamente sulla carta dei beneficiari del reddito di cittadinanza, mentre più fumosi sono i tempi di attesa. Altri dubbi inoltre persistono sulla possibilità di prelevare i 200 euro tra i nuclei familiari che riscuotono il sostegno statale.

La possibilità di prelievo del bonus 200 euro per chi percepisce il reddito di cittadinanza

Carta per la spesa Reddito di cittadinanza
Reddito di Cittadinanza (Foto Pixabay)

Il prelievo in contanti dalla carta associata al Reddito di cittadinanza è strettamente vincolato ad alcune precise regole correlate direttamente alla composizione del nucleo familiare beneficiario (età e numero dei componenti la famiglia). Anche gli acquisti sono strettamente regolamentati e il bonus potrà essere speso con gli stessi criteri.

Leggi anche: Il bonus 200€ spetta anche con la pensione di reversibilità?

Ma sarà consentito effettuare prelievi sulla somma una tantum? È l’INPS a derimere la questione. La risposta è negativa, non sarà possibile prelevare dal Bonus 200 euro. L’unico utilizzo valido sarà per gli acquisti fatti con il Pos (per prodotti sanitari, alimentari, libri eccetera) o per il pagamento delle utenze domestiche (bollette di gas, di luce, per l’acqua, per l’affitto eccetera) con le stesse regole introdotte per il Reddito di cittadinanza.

Leggi anche: Busta paga, questi lavoratori non troveranno il bonus 200€ ad agosto

Anche per i percettori di Reddito di cittadinanza dunque rimangono inalterate le finalità del bonus 200 euro una tantum. Contrastare gli effetti della crisi economica dell’inflazione derivante dagli aumenti dei prodotti energetici e dei carburanti. In apparenza una limitazione per la categoria dei beneficiari del Reddito di cittadinanza, ma mitigata dall’obbligo per tutti gli esercenti di accettare le carte elettroniche come forma di pagamento anche per spese minime.