Allarme paypal: così stanno sparendo soldi sui conti

Tantissimi clienti di Paypal stanno ricevendo una mail in cui si chiede se hanno autorizzato una transazione. E’ una truffa

Paypal allarme Agenzia delle Entrate
Paypal (Foto Adobe)

Non passa giorno in cui gli italiani non siano bersagliati da truffe da parte di malintenzionati che, con piccoli trucchi legati spesso alla tecnologia, cercano in tutti i modi di sottrarre dei soldi. La maggior parte dei malcapitati, inutile dirlo, sono persone anziane o coloro che non sono avvezzi con la tecnologia.

Tra i tipi di truffe maggiormente realizzate online c’è quella del phishing, ovvero un tipo di truffa effettuata su Internet attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile in una comunicazione digitale. Una delle ultime truffe segnalate nel nostro Paese riguarda Paypal: ecco cosa sta accadendo.

Paypal, la truffa che sta circolando in rete

Paypal rischio multa Agenzia delle Entrate-2
Paypal (Foto Adobe)

Molti clienti di Paypal, il colosso finanziario americano che gestisce il trasferimento di fondi in giro per il mondo, stanno segnalando l’arrivo di email che fanno riferimento ad un nuovo pagamento effettuato nei confronti del colosso delle scommesse bet365. La mail è ovviamente una truffa creata ad hoc per estorcere le credenziali di accesso del cliente al sistema.

Leggi anche: Allarme Postepay: così stanno rubando migliaia di euro

Nello specifico la mail che sta arrivando ai clienti riporta il seguente testo: “Il team di sicurezza di PayPal ha notato attività insolite relative al tuo conto PayPal. Questa attività è associata al deposito su bet365.com utilizzando il tuo conto PayPal. Per ulteriori indagini, il team di sicurezza di PayPal ha dovuto sospendere la tua richiesta per la transazione ed estendere il pagamento con un ritardo di 48 ore”.

Leggi anche: Bancomat, per il prelievo evitate sempre questi sportelli

La finta mail continua spiegando al cliente che se ha richiesto il pagamento allora non deve fare nulla ed ignorare il messaggio dal momento che il pagamento sarà poi effettuato entro le 48 ore successive. Nel caso in cui il cliente non abbia chiesto il pagamento, allora lo si invia a seguire dei passaggi per annullare la transazione e richiedere immediatamente il rimborso.

A questo punto scatta la truffa vera e propria dal momento che nessun cliente ha autorizzato il pagamento e la finta mail riporta un link su cui cliccare per verificare l’identità e completare la richiesta di rimborso accendendo al conto Paypal. Una volta cliccato sul link e compilati i propri dati i truffatori potranno avere accesso al vostro conto e svuotarlo.