Bonifico istantaneo pericoloso: cosa molti non sanno

I bonifici istantanei permettono di far arrivare in tempo reale soldi fino a 15mila euro ma possono nascondere una insidia

Bonifico
Bonifico al pc (Foto Adobe)

Il governo Conte prima e Draghi poi hanno messo in campo diverse misure per combattere l’evasione Fiscale e, prima tra tutte, quella che di fatto inasprisce l’uso del contante e favorisce, di fatto, l’uso delle carte di credito e dei bancomat. Lo Stato ha poi deciso che solo i pagamenti tracciabili possono essere sottoposti a detrazione fiscale lì dove è concesso.

L’utilizzo di strumenti di pagamento tracciabili non è sempre facile, anzi, spesso le persone possono incappare in problemi e pericoli. Ad esempio ci sono dei particolari tipi di bonifici, ovvero quelli istantanei, che se non usati come si deve possono portare alla perdita dei soldi previsti per la transazione. Spieghiamo meglio il tutto.

Bonifici istantanei, ecco perché possono essere pericolosi

Bonifico istantaneo
Bonifico istantaneo (Foto Adobe)

Tra gli strumenti più utilizzati per quanto riguarda le transazioni elettroniche ci sono senza ombra di dubbio i bonifici. Al giorno d’oggi le persone possono inviare un bonifico anche telematicamente, stando comodamente seduti davanti il pc della propria abitazione o tramite lo smartphone.

Leggi anche: Bonus benzina anche per questi lavoratori: la novità

Anche la velocità con cui il destinatario del bonifico riceve i soldi è pressoché quella reale. Questa è infatti una prerogativa del così detto bonifico istantaneo che permette di inviare e ricevere soldi davvero in tempo reale. Ma è proprio questo tipo di bonifico ad essere potenzialmente pericoloso.

Leggi anche: Assegno unico INPS, novità pagamenti: l’avviso

Il pericolo, ovviamente, non sta dal punto di vista della sicurezza dal momento che tra codici PIN, password e doppie autenticazioni la protezione è davvero alle stelle. Se i bonifici tradizionali vengono ricevuti in un lasso di tempo compreso tra 1 e 3 giorni, i bonifici istantanei prevedono l’arrivo dei soldi in tempo reale e per cifre fino a 15 mila euro.

Il pericolo dei bonifici istantanei risiede nel suo meccanismo: in caso di errore, infatti, un bonifico SEPA, dà diritto a rimborsi sul conto corrente ordinante. La velocità del bonifico istantaneo invece, non permette questi rimborsi nel caso in cui qualcosa vada storto. In questo caso perderemo di fatti i soldi inviati.