Buste paga, bonus da 200€ dal Governo: chi li avrà

In arrivo un bonus da 200 euro in busta paga per un’ampia fascia di lavoratori dipendenti. L’intervento rientra nel decreto Aiuti

finanziamenti
Buste paga (Foto Adobe)

I rincari energetici hanno fatto crescere i prezzi lanciando l’inflazione ad un livello che in Italia non si vedeva da diversi anni. A pagare le conseguenze maggiori quando si verifica un aumento generalizzato die prezzi sono coloro che vivono di stipendio fisso o di pensione e, in generale, chi fattura bassi profitti come molti autonomi.

La conseguenza, poi, ricade sull’intera economia con i consumi che si contraggono. Per questo motivo il Governo è intervenuto con un decreto da 14 miliardi di euro. Soldi ottenuti attraverso la tassazione dell’extra profitto incassato dalle imprese del settore energetico. I tributi su queste imprese è passato dal 10% al 25%.

Buste paga, chi avrà 200 euro in più

Busta paga (Foto Pixabay)

Tra gli interventi è stato introdotto un bonus da 200 euro. Si ritroveranno tra gli altri questa cifra in busta paga tutti i lavoratori dipendenti che guadagnano non oltre 35mila euro annue. I lavoratori si ritroveranno la somma prevista nella busta paga di giugno o in quella di luglio. Il mese preciso non è stato ancora definito.

Leggi anche: Pensione bloccata: allerta INPS, chi riguarda

L’intervento si unisce a quelli già intrapresi per ridurre l’Irpef e aumentare gli aiuti per le famiglie con oltre due figli a carico. Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha illustrato gli interventi sintetizzando: “Nel clima di grandissima incertezza che c’è, il governo fa il possibile per poter dare un senso di direzione, di vicinanza, a tutti gli italiani e le azioni, le decisioni di oggi rappresentano bene questa determinazione del governo”, ha dichiarato.

Leggi anche: Bancomat, perché prelevare dal venerdì è poco consigliato

Inoltre, tutti coloro che appartengono ad una fascia di reddito fino ai 15mila euro, potranno continuare a ricevere l’ex bonus Renzi, ossia il trattamento integrativo da 100 euro mensili. Per queste fasce di reddito sono stati prorogati al terzo trimestre dell’anno gli interventi che riducono totalmente gli aumenti delle bollette di luce e gas. Quest’ultima misura, in particolare, riguarda coloro che percepiscono un reddito fino a 12mila euro annui.