Bonus affitto 2022, come fare la domanda

Confermato il bonus affitto 2022 con qualche variazione rispetto all’anno appena trascorso. Ecco come inoltrare domanda

bonus affitto domanda
Banconote (Foto Adobe)

La legge di bilancio del 2022 oltre al tema principale del taglio dell’Irpef, degli aumenti in busta paga e delle rivalutazioni delle pensioni si è concentrata anche su tanti altri provvedimenti che hanno reso la manovra corposa e dispendiosa. Basta pensare che il saldo totale iniziale di 25 miliardi di euro è salito a 36 miliardi. Tanta “generosità” è stata anche dovuta alla sospensione del patto di stabilità, ossia dei vincoli europei a causa della pandemia.

Bonus affitti, come inoltrate la domanda

bonus affitto domanda
Bonus (Pixabay)

Oltre alle principali voci di cui si è parlato e discusso ampiamente nel paese, esistono in manovra altri sostegni importanti. Tra questi c’è il bonus affitti per i giovani, confermato anche nel 2022 con qualche variazione. Il bonus è indirizzato a giovani tra 21 e 31 anni intestatario di un contratto di locazione di una casa o una stanza singola e con un limite del reddito di 15.493,71 euro. Per effettuare la domanda sia proprietario che inquilino dovranno compilare un modulo.

Leggi anche: Agenzia delle Entrate: pioggia di avvisi fiscali in arrivo. Chi riguarda

La compilazione avverrà dopo la stipula del contratto di locazione. I dati richiesti dai moduli saranno: Dati personali; Firma digitale; Codice fiscale; IBAN presso il quale si desidera ricevere il rimborso; I dati del contratto regolarmente registrato e la data di importo della rinegoziazione e riduzione, compreso il periodo concordato. Le domande possono essere inoltrate direttamente dal portale dell’Agenzia delle Entrate. Per entrare sul sito dell’Agenzia delle Entrate bisogna avere lo Spid, o la carta d’identità elettronica i il Pin.

Leggi anche: INPS, cedolino pensioni: ecco perché è importante e va consultato

Sono esenti dal bonus affitto 2022 per i giovani gli affitti che hanno ad oggetto i seguenti immobili: Immobili vincolati ai sensi della Legge 1 giugno 1939, n.1089 o inclusi nelle categorie catastali A/1, A/8 e A79, che sono sottoposti esclusivamente alla disciplina relativi agli articoli 1571 e seguenti del Codice Civile; Alloggi di edilizia residenziale pubblica, sui quali si applica la relativa normativa vigente, statale o regionale; Alloggi finalizzati a scopi turistici.