Reddito di cittadinanza, da marzo scatta l’aumento: per chi

Il reddito di cittadinanza è oggetto di variazioni per il 2022. E’ previsto tra le altre questioni anche un aumento

reddito di cittadinanza aumenti marzo
(Pixabay)

Il reddito di cittadinanza è un sostegno a persone o nuclei familiari che si trovano in una situazione patrimoniale considerata critica. Il parametro di riferimento è la soglia di povertà indicata dall’Unione europea che ha il valore di 780 euro al mese. Il 2022 ha visto la conferma del sostegno nonostante le parti della maggioranza non fossero tutte d’accordo. Sostanzialmente è cambiato poco per i percettori anche se da marzo riceveranno qualcosa in più.

Reddito, a marzo ricarica più “ricca”

reddito di cittadinanza aumenti marzo
Soldi (Foto Pixabay)

Si tratta, infatti, dell’assegno unico universale che a partire da marzo sarà assegnato anche ai percettori del reddito di cittadinanza. Il tutto avverrà in maniera automatica, senza la necessità di effettuare una domanda. L’ammontare dell’assegno unico cambierà in base a quanto si percepisce di reddito di cittadinanza e in base al numero di figli a carico. L’assegno unico si percepisce fino al compimento del 21simo anno di età.

Leggi anche: Annuncio INPS: la novità per i genitori con figli positivi

Calcoli alla mano, con l’assegno unico saranno avvantaggiate le famiglie numerose. L’assegno unico universale sostituirà gli altri bonus previsti per i figli a carico come bonus bebè, il bonus mamme domani, mentre l’Inps ha confermato in ultima istanza che ci sarà ancora il bonus asilo nido. Questo sostegno offre fino ad un importo massimo pari a 3mila euro per coprire le spese dell’asilo nido e l’assistenza domiciliare dove nasce il bisogno.

Leggi anche: INPS, batosta per chi risulta positivo al Covid: la novità

I percettori del reddito di cittadinanza subiranno più controlli come ampiamente manifestato dalle istituzioni in campo. Quello dei controlli per stanare i percettori illegittimi sarà uno dei settori dove si concentreranno maggiormente le lenti d’ingrandimento degli organi preposti. Oltre ai percettori del reddito di cittadinanza gli occhi dei controllori saranno concentrati sui movimenti dei contanti e sul superbonus 110%.