Bancomat, messaggio ai clienti: occhio alla trappola

Bancomat, arriva un importante messaggio a tutti i clienti in vista di queste feste e del nuovo 2022. Ecco di cosa si tratta 

Bancomat
Bancomat (Foto Adobe)

Sono centinaia di migliaia gli italiani che ogni giorno subiscono una truffa legata alla propria carta bancomat, che sia allo sportello Atm o online tramite tentativi di phishing.

Capita spesso che le persone truffate, soprattutto allo sportello Atm siano anziani mentre i tentativi di truffa via mail o SMS colpiscono per lo più chi non è molto ferrato con la tecnologia.

Risultato di queste truffe è che spesso gli ignari cittadini si ritrovino transazioni non effettuate da loro o, nei casi più spiacevoli, trovano in rosso il proprio conto corrente.

Bancomat, alcuni consigli per difendersi dalle truffe

Truffe bancomat
Truffe bancomat, l’avviso di Intesa SanPaolo ai clienti

I truffatori hanno trovato tantissimi modi per compiere le loro frodi ai danni di ignari cittadini. Come detto, molte frodi avvengono davanti allo sportello bancomat: qui uno o due truffatori possono rubare non solo il codice PIN ma anche la carta creando vari escamotage per distrarre colui che sta prelevando in quel momento.

Leggi anche: Prelievo Postamat: attenti alla brutta sorpresa di Capodanno

Altre truffe avvengono invece per via telematica, o via mail o via SMS. Sulla nostra casella mail possiamo ricevere posta che sembra essere arrivata dalla nostra banca ma invece è opera dei truffatori o anche SMS, sempre finti, che ci invitano a cliccare su un link. Dopo aver cliccato sui link i malviventi avranno accesso al nostro conto.

Durante il periodo delle festività natalizie che stiamo vivendo, poi le truffe sono davvero all’ordine del giorno e, per questo motivo, i vari istituti di credito hanno reso noto un vademecum per non cadere nella trappola dei truffatori.

Leggi anche: Digitale terrestre, importante novità per i canali Rai

Tra i consigli delle banche c’è quello di diffidare sempre da chi vi contatta per far attivare le carte di pagamento, richiedendo anche il PIN. Diffidare anche da chi chiede le credenziali ed i codici di sicurezza o da chi chiede di effettuare azioni con urgenza sul vostro conto corrente.

In tutti questi casi potrebbe infatti trattarsi di una frode. La cosa migliore da fare in questi casi è interrompere subito la conversazione e rivolgersi al gestore di fiducia o alla filiale online.