Tim, rimborso da 180€ per alcuni clienti: chi riguarda

Se avete sottoscritto un contratto con TIM per un abbonamento mobile c’è un caso in cui potete richiedere un rimborso. 

youtube

Ogni volta che scegliete il vostro operatore mobile sottoscrivete e firmate delle Condizioni di Utilizzo. Per la maggior parte si tratta di clausole ovvie ma che andrebbero lette, soprattutto se potete chiedere un rimborso.

TIM come tutti gli altri operatori è obbligato a stipulare con i suoi clienti mobili un contratto in cui è previsto cosa il Cliente (cioè voi) è obbligato a fare e cosa TIM, fornitore del servizio, può chiedervi o decidere di non darvi.

C’è però un’altra clausola, nella sezione tre del contratto in cui è invece scritto a chiare lettere che c’è almeno un caso in cui il Cliente può rivalersi su TIM e chiedere il rimborso. In caso di conclusione del contratto. Vediamo quando potete attivare la procedura di rimborso.

TIM, il rimborso per mancata accettazione 

Foto Pixabay

La sezione tre del contratto che sottoscrivete con TIM nel momento in cui decidete di avere una scheda SIM di questo operatore mobile è la sezione “Conclusione del contratto“. In questa sezione viene esaminata la situazione in cui il Cliente non abbia un’attivazione rapida della SIM.

Ai sensi dell’Art. 1329 del Codice Civile, infatti, la “proposta del Cliente è proposta irrevocabile”, questo significa che TIM ha l’obbligo di legge di attivare il servizio entro le 24 ore. Nel caso non ci sia questa attivazione, il Cliente benché abbia apposto una firma su un contratto è de facto libero da ogni obbligo.

Leggi anche: Imu per i genitori separati: mazzata in arrivo

E se TIM non comunica al Cliente un valido motivo per cui non ha accettato la richiesta di attivazione, al Cliente viene riconosciuto un indennizzo calcolato in base ai giorni di ritardo rispetto alla data entro cui sarebbe dovuta essere attivata la linea mobile.

Leggi anche: Paypal, cosa fare subito se sparisce un rimborso

In buona sostanza, se dopo aver sottoscritto il contratto la vostra SIM TIM non si attiva entro le canoniche 24 ore avete diritto a un rimborso pari al canone base di abbonamento mensile, con una cifra minima pari a 5,16 euro e con una cifra massima pari a 180,76 euro.