Questa moneta rara da 2€ ne vale 200: come riconoscerla

Monete rare: attenzione ai pezzi che gironzolano nella vostra tasca. Alcuni potrebbero valere davvero una fortuna

monete rare
Moneta da 2 euro

Un perenne scambio di monete. Di giorno in giorno e per mesi e mesi. E’ così che funziona la nostra società, per un moto perpetuo tra entrate e uscite senza sosta. Ma chissà di preciso quali pezzi ci capitano di volta in volta. Una domanda che può sembrare strana ma che dovremmo farci spesso. Perché tra tanti, non sapendolo, potremmo beccare anche alcune versioni rare che valgono molto di più di quanto dichiarato ufficialmente.

Magari già è successo, magari no, ma quel che è certo è che spesso girano dei tesoretti fantasma attorno a noi e alle volte potrebbero piazzarsi anche nei nostri portafogli. Riconoscerli è difficile, in quanto bisognerebbe essere esperti del settore. Tuttavia sicuramente può essere utile trovare una figura differente dalla classica sullo sfondo: se non vi sono i simboli tradizionali, iniziate a drizzare le antenne e magari a fare qualche ricerca.

Monete rare, indizi ed esempi

monete rare

Un altro segnale sono eventuali errori di conio: se mancano pezzi di una figura e ciò non è dovuto all’usura m dalla moneta stessa, questa anche può valere un bel po’. Il motivo? Significherebbe uscita difettata direttamente dalla zecca di Stato. E considerando che i controlli sono in genere molto precisi, questo rende sicuramente unico e speciale quel pezzo.

Leggi anche: Bancomat, mai prelevare questa cifra in un mese: rischi grosso

Tra le tante, però, attenzione in particolare alle monete da 2 euro. In Italia sono soprattutto queste a nascondere delle gradite sorprese, quindi occhi aperti se non dovesse esserci il classico Dante Alighieri o la tradizionale aquila che anche gironzola abbastanza e che rappresenta la tipologia tedesca della moneta.

Leggi anche: Allarme salumi: questi sono stati ritirati dai supermercati

Un esempio a tal proposito giunge dal sito Numismatica Varesina, uno dei tanti portali specializzati sull’argomento. Qui, tra i vari pezzi, emerge infatti un 2 euro che raggiunge una valutazione di 200 addirittura. Si tratta del 2 euro del 2006 prodotto dal Vaticano per la commemorazione della Guardia svizzera. Siamo esattamente su una base di 219 euro, ma, ritrovandovela a sorpresa, potreste ricavarci anche di più proponendola nelle sedi fisiche e on line più opportune.

monete rare
Monete rare, ecco un 2€ speciale