Bancomat, nuovo allarme: così ti clonano la carta durante il prelievo

I truffatori sono sempre pronti ad escogitare un metodo per truffare le persone. Un nuovo allarme riguarda la clonazione della carta di credito

Bancomat
(Getty Images)

Le truffe sono sempre esistite e vecchie quanto è vecchio l’uomo. Con il passare dei secoli e l’avvento dell’ informatica anche i modelli di truffe sono cambiate, diventando telematiche o, comunque, legate all’uso della tecnologia.

Ultimamente sembra aver preso piede in Italia una truffa che prende di mira le persone che si trovano allo sportello ATM bancomat per un prelievo. Durante le operazioni di prelievo, infatti, dei malintenzionati riescono a clonare le carte di credito. 

Conseguenza di tutto ciò? Conti svuotati. Vediamo come funziona questa nuova truffa e come fare per difendersi.

Bancomat, ecco come clonano la carta e come difendersi

bancomat
(Getty Images)

Come detto, tra le truffe che stanno prendendo sempre più piede in Italia c’è quella legata agli sportelli bancomat. I malintenzionati riescono a clonare la carta di credito utilizzando un piccolo dispositivo che viene posizionato proprio dove si inserisce la carta nello sportello ATM.

Leggi anche: Supermercati, scoperta pasta pericolosa: ritiro immediato

Stiamo parlando dello skimmer, un apparecchio elettronico che riesce a clonare la carta di credito inserita. Attenzione dunque, quando preleviamo, a non notare nulla di strano nella fessura in cui inserire la carta di credito. Questo apparecchietto, però, da solo non basta per portare a termine la truffa.

Leggi anche: Oroscopo: ecco chi si godrà la pensione e chi no

Nel momento in cui la carta viene inserita nello skimmer, un altro malintenzionato utilizza il metodo dello Shoulder Surfing che consiste nello sbirciare oltre le spalle della vittima in modo da memorizzare il codice PIN del conto corrente. Se il truffatore non riesce a vedere il PIN, può posizionare una piccola telecamera che punta dritta al tastierino, in modo tale da registrare ciò che gli serve.

Per cercare di contrastare questo tipo di truffa occorre seguire pochi piccoli accorgimenti come custodire gelosamente il proprio PIN e non rilevarlo a nessuno; quando lo digitiamo allo sportello automatico facciamolo lontano da occhi indiscreti e posizioniamo una mano sopra a copertura del tastierino, in modo tale da evitare che il truffatore venga a conoscenza del codice.