Ossido di etilene e Salmonella, ritirati due prodotti dal mercato

Il Ministero della Salute ha richiamato dal commercio due prodotti, uno per la possibile presenza di ossido di etilene e l’altro per Salmonella

(Pixabay)

Non si fermano in Italia i richiami ordinati dal Ministero della Salute per quando riguarda prodotti o lotti di prodotti contaminati.

Gli ultimi ritiri in ordine di tempo, emanati a scopo precauzionale, riguardano un integratore alimentare per la “segnalazione da parte del fornitore di presenza di ossido di etilene nella materia prima alga Lithothamnium polvere” e una salsiccia stagionata per la “presenza di Salmonella in un campione (campione di prelievo)”.

Ossido di etilene e salmonella, ecco quali sono i due prodotti ritirati dal mercato

(Pixabay)

Per quanto riguarda l’integratore alimentare ritirato dal mercato a scopo precauzionale dal Ministero della Salute è il Silical Plus dell’azienda Arcangea. Il prodotto interessato è venduto in flaconi da 60 compresse da 500 mg con il numero di lotto 21083 e il termine minimo di conservazione (Tmc) 03/2024.

L’integratore Silical Plus è stato prodotto dall’azienda Arcangea Srl nello stabilimento di via Gessi 18 a Borghi, in provincia di Forlì-Cesena. Il ritiro è dovuto alla “segnalazione da parte del fornitore di presenza di ossido di etilene nella materia prima alga Lithothamnium polvere”. 

Ad essere ritirato dal mercato, sempre in maniera precauzionale, un lotto di salsiccia stagionata a marchio Cornicchia per la “presenza di Salmonella in un campione (campione di prelievo)”. Il prodotto coinvolto appartiene al lotto numero 213141 con il Tmc 06/02/2022.

La salsiccia stagionata richiamata è stata prodotta dal Salumificio Cornicchia Srl nello stabilimento di via Sputnik 2 a Corciano, in provincia di Perugia (marchio di identificazione IT 1220 L CE).

Leggi anche: Bancomat, fare spesso questa cosa fa scattare il Fisco

Leggi anche: Niente tredicesima: brutta sorpresa per molte famiglie

Ovviamente tutti coloro che hanno acquistato i prodotti sopracitati, con i numeri di lotto segnalati, sono invitati a non consumarli e a restituirli presso i punti vendita di acquisto.