Assegno temporaneo: attenti alla scadenza, si perdono i soldi

Scadrà tra pochi giorni il termine ultimo per la domanda dell’assegno unico. Ecco la data e come fare per richiederlo

(Pixabay)

Sta per scadere il termine ultimo per presentare le domande relative ai bonus e agli aiuti riconosciuti dall’Inps per fronteggiare la crisi economica da Covid-19.

Ricordiamo che le domande possono essere presentate via telematica o facendosi aiutare dai Patronati. In questo articolo parleremo, nello specifico, dell’assegno unico, la cui data di scadenza della presentazione della domanda è tra pochi giorni.

Assegno unico e altri bonus, attenzione alla data di scadenza della domanda

Record di domande per l'assegno ponte per i figli, 250 mila richieste
Pixabay

Per quanto riguarda l’assegno unico, la data ultima per poter presentare la domanda è il 30 settembre e questa è anche la data per ottenere le somme riconosciute retroattivamente, dal 1° luglio 2021. Per le domande presentate dopo questa data, l’assegno spetterà invece dal giorno della richiesta e non saranno corrisposti gli arretrati.

Possono fare richiesta dell’assegno unico le famiglie che non percepiscono gli assegni per i nuclei familiari e nei quali sono presenti figli di età inferiore ai 18 anni. Ovviamente ci sono altri requisiti da rispettare per presentare domanda.

Tra i requisiti fondamenti c’è il valore del modello Isee che non deve superare i 50mila euro. Con Isee fino a 7 mila euro l’assegno unico è di 167,50 euro per ciascun figlio in caso di nuclei con uno o due figli o 217,80 euro per figlio in caso. Per i nuclei familiari con Isee compreso tra 7 e 50mila euro, l’importo spettante decrescerà progressivamente.

Leggi anche: Truffa bancomat, sottratti quasi 2500€ a una donna: ecco come

Leggi anche: Messaggi vocali Whatsapp: sorprendente novità in arrivo

Sempre per il 30 settembre è fissato il termine ultimo per l’esonero contributi partite Iva che hanno registrato una riduzione di fatturato o corrispettivi pari almeno al 33%, rispetto all’anno precedente, e in caso di reddito non superiore a 50mila euro nel 2019.

Anche per l’esonero contributi agricoli la domanda Inps va presentata entro il 30 settembre 2021. Per quanto riguarda infine l’indennità Covid, si chiude il 30 settembre anche la possibilità di fare domanda per il bonus ufficializzato nel decreto Sostegni bis che prevede un sostegno economico da 800 a 1.600 euro riconosciuto a specifiche categorie di lavoratori.