WhatsApp, attenti alla nuova truffa del messaggio in vacanza

I truffatori non conoscono sosta e oggi vi parliamo dell’ennesima truffa che ha come oggetto WhatsApp

pixabay

WhatsApp è al centro di una nuova truffa che prende spunto dalle vacanze che molti stanno trascorrendo. Tutto comincia con un messaggio che arriva da un numero straniero e, per gli utenti meno accorti, finisce con probabilmente i dati personali rubati e rivenduti nel Dark Web.

Questa storia ci deve far riflettere ancora su quanto i nostri dispositivi digitali possono essere vulnerabili ed esposti a truffe di ogni tipo anche semplicemente con un messaggio da un’app di messaggistica istantanea.

Come sempre il consiglio che vi diamo prima di raccontarvi i dettagli di questa nuova truffa è quello di non cliccare mai su link che arrivino da numeri che non conoscete e non inserire mai credenziali se non siete assolutamente sicuri del sito su cui vi trovate.

WhatsApp, “come va la vacanza?”

pixabay

La nuova truffa che arriva dentro WhatsApp si nasconde in un messaggio apparentemente innocuo che però arriva da un numero che non si ha in rubrica. Ricorda in parte la truffa che girava tempo fa a tema vaccini e che invitava a cliccare su un link in cui venivano mostrate immagini fasulle riguardo come altri Paesi stessero affrontando il covid-19.

La differenza qui è che il messaggio che accompagna il link da cliccare è del tipo: “come sta andando la tua vacanza a Hong Kong?” Le segnalazioni, che arrivano in effetti da utenti italiani ma anche stranieri, parlano di Paesi nominati in maniera assolutamente casuale. Quello a cui truffatori puntano, in questi casi, è l’utente che probabilmente si trova proprio ad effettuare una vacanza nel Paese che viene indicato.

E in questo ricorda invece le molte truffe tentate attraverso messaggi e mail in cui si chiede di inserire credenziali di istituti bancari presso cui non si hanno conti aperti: nella percentuale di mail inviate, i truffatori sperano di trovare qualche correntista dell’istituto bancario utilizzato per la truffa e quindi portare a casa il risultato.

Per questa truffa specifica insieme al messaggio viene inviato un link su cui si invita a cliccare. Date le segnalazioni, al momento non è possibile stabilire che cosa succede nel momento in cui si clicca sul link ma è molto probabile che si venga rimandati a qualche sito in cui con una scusa vengono chiesti i dati personali o della carta di credito.

Leggi anche: WhatsApp, come trasferire le chat da iPhone ad Android
Leggi anche: Android, ecco 8 app pericolose da non scaricare

Nel primo caso si rischia che i propri dati personali vengano rivenduti nel dark web al miglior offerente, nel secondo caso si rischia di vedersi il conto svuotato in un lampo.