Esonero contributi Inps 2021 per autonomi e professionisti: la proroga

Contributi Inps 2021: arriva la proroga per tutti i professionisti e lavoratori autonomi. Ecco come inoltrare la richiesta per l’esonero

Contributi Inps
Pixabay

Arriva una bella notizia per tanti possessori di partita IVA, lavoratori autonomi e professionisti in particolar modo. Il governo con la legge di bilancio 2021 ha previsto l’esonero parziale dei pagamenti dei contributi Inps. Uno slittamento che ha tenuto conto delle particolari condizioni di questo periodo per una categoria particolarmente vessata da una crisi economica senza precedenti dal dopoguerra ad oggi.

Con il decreto attuativo interministeriale, arrivato dopo 4 mesi di trattative e modifiche, ha dato finalmente esecuzione ad uno degli interventi che mira a dare un sostegno ad una categoria che aspetta di rialzarsi dopo mesi difficili. Il ministro del Lavoro Andrea Orlando è apparso soddisfatto del provvedimento che aveva firmato già il 7 maggio scorso.

Ma come detto l’esonero è diventato realtà con il decreto attuativo interministeriale dopo ben 4 mesi di attesa. Con scenari importanti per i lavoratori autonomi che possono usufruire di questa proroga nel rispetto dei requisiti e del procedimento.

Esonero contributi Inps, i requisiti per ottenerlo

Contributi Inps
Pixabay

La domanda per avere l’esonero dei contributi Inps 2021 può essere inoltrata all’Istituto di previdenza da tutti i soggetti ammessi. Ovvero a tutti quelli iscritti alle gestioni Inps autonome speciali degli artigiani dei commercianti dei coltivatori diretti e di tutti i professionisti. Nello specifico la misura deve rispettare anche altri canoni. In primo luogo un reddito complessivo non superiore ai 50mila euro.

Il secondo parametro è quello del calo del fatturato nel 2020 almeno del 33% rispetto a quello dell’anno precedente. E ancora: non titolarità di contratto di lavoro subordinato; non titolarità di una pensione diretta. Per i soggetti iscritti alla Gestione separata nel 2020 non si applicano questi requisiti.

Leggi anche: Conto corrente, queste operazioni banali attivano il Fisco

Leggi anche: Pensioni, il 15 settembre è il termine ultimo per inviare i redditi

La nuova scadenza per ricevere l’esonero è quella del 30 settembre, termine ultimo per la presentazione della domanda. Che come detto dovrà pervenire all’Inps con le modalità che saranno rese note nelle prossime ore. Intanto si preparano milioni di lavoratori autonomi interessati al beneficio, una proroga per tanti attesa da tempo.