Coronavirus, un team di ricerca italiano ha scoperto una correlazione tra Covid e malaria

Un team italiano ha pubblicato uno studio che mette in relazione i geni contro la malaria con la resistenza al Covid.

malaria zanzara
(pixabay)

Una ricerca made in Italy potrebbe aprire una nuova frontiera al contrasto del virus Sars-2, meglio conosciuto come Covid-19. Lo studio è stato portato avanti dal team di “Computational and Chemistry Biology dell’Istituto italiano di Tecnologia, in collaborazione con l’Ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, con l’Istituto Giannina Gaslini di Torino e il Policlinico di Palermo. La scoperta, pubblicata sulla rivista internazionale Frontiers in Medicine, rileva una correlazione genetica tra gli anticorpi da malaria e la resistenza al Covid.

In breve, secondo lo studio, nelle zone che in passato hanno subito un maggiore impatto di mortalità da malaria, gli abitanti posseggono geneticamente le tracce della malattia, che contrastano l’infezione da Covid.

Leggi anche: Pfas nel latte materno, uno studio USA allerta sulla presenza di sostanze tossiche

La protezione genetica da Covid in alcune regioni italiane

covid
(pixabay)

La malaria ed il Covid sono due malattie molto differenti. La prima è un’infezione causata dal plasmodio, la seconda da Sars-CoV-2. La malaria è una malattia antica, ormai debellata in Italia, ma molto presente in alcune zone fino agli anni ’50.

Secondo lo studio, la convivenza tra plasmodio e l’uomo ha una durata molto lunga, 50.000 anni. Viene trasmessa geneticamente, anche se il soggetto che la riceve non si ammala, ma sviluppa degli anticorpi alla malattia.

Il team guidato da Andrea Cavalli ha avanzato l’ipotesi che la protezione da malaria fosse utile anche per il Covid partendo dall’analisi delle zone in cui la malaria è stata più presente.

In Sicilia, Sardegna, Calabria, dove la mortalità da malaria è stata molto alta, si è evidenziato un minore contagio da coronavirus. Da queste osservazioni, si sono fatte delle ricerche biologiche per spiegare la correlazione tra i due fenomeni.

Leggi anche: Enna, la procura apre un’inchiesta sulla strage di pesci alla diga Sciaguana

Questa scoperta può essere molto utile in campo scientifico per mettere a punto nuove cure all’infezione da Covid-19.