Bonus mutuo, una misura per supportare i giovani under 36

Il bonus mutui probabilmente sarà inserito nel DL Sostegni bis. La bozza prevede agevolazioni per i giovani sotto i 36 anni.

Mutuo casa
(pixabay)

Il Decreto Sostegni bis sarà ufficializzato a breve. Non si sa ancora quando il testo ufficiale entrerà in Gazzetta Ufficiale, ma la bozza indica le misure che verranno promosse dal decreto legge.

Tra queste vi è il Bonus mutuo, l’agevolazione statale per consentire ai “giovani” l’acquisto di una nuova casa.

A differenza di come si era paventato precedentemente, la garanzia statale per accedere al mutuo è per l’80% della somma, non per il 100%.

In ogni caso è una buona possibilità per gli under 36.

Leggi anche: Modello 730/2021 a debito, cifra troppo alta? Ecco come rateizzare

Cosa prevede il Bonus mutuo

Confedilizia Draghi
(pixabay)

Per gli under 36, oltre alla garanzia statale sul mutuo, il Decreto Sostegni bis ha previsto altri incentivi.

E’ stata inserita nel testo di legge la cancellazione dell’imposta di registro e delle imposte sul mutuo, per tutti i “giovani”, a prescindere dal reddito.

Dipenderà dal reddito invece la garanzia statale dell’80% sul mutuo. Potranno beneficiarne solo i soggetti sotto i 36 anni con un Isee inferiore a 40.000 euro.

Il Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa verrà finanziato con altri 55 milioni di euro e verrà prorogato al 31 dicembre 2022.

Queste sono le misure previste dal Decreto Sostegni bis. Secondo le stime dovrebbero incrementare la possibilità per le nuove generazioni di costruirsi una vita indipendente dai genitori.

Leggi anche: Mutui, detrazione Irpef per la ristrutturazione della prima casa

In tempi di pandemia guardare al futuro non è semplice, ci sono troppe variabili d’incertezza. Ma se il bonus verrà confermato come da disegno di legge, ci sarà una maggior possibilità di accedere a dei prestiti, finanziando così dei progetti a lungo termine.