Netflix, arriva la decisione sulla condivisione degli abbonamenti 

Le piattaforme streaming quali Netflix, Amazon e Disney Plus, a fronte delle alte spese di produzione hanno deciso di dare uno stop alla condivisione degli abbonamenti.

netflix
(pixabay)

Negli ultimi mesi, da quando è trapelata la notizia, milioni di utenti dello streaming sono con il fiato sospeso. Ora pare che la minaccia sia reale. Netflix vuole dare uno stop alla condivisione degli abbonamenti.

Accedere ai contenuti Netflix da parte di più persone con un unico account non sarà più possibile. Non sono rese note le date, ma è stata palesata l’inversione di tendenza da parte del colosso dello streaming.

Mentre in passato Netflix faceva “orecchie da mercante” ed in qualche modo incentivava passivamente la condivisione dell’account, ora ritorna sui propri passi.

Il 2020 ha visto la fortuna dell’azienda leader dello streaming ma all’aumentare della richiesta sono cresciuti anche i competitors. Amazon Prime e Disney Plus su tutti.

Questa decisione getta nel panico i milioni di utenti che condividono gli abbonamenti anche per rendere la spesa di acquistare i prodotti di varie piattaforme più sostenibile.

Leggi anche: Netflix annuncia l’arrivo della seconda parte di Lupin

Le motivazioni di Netflix sullo stop alla condivisione degli abbonamenti

netflix
(pixabay)

Il 2021 non si è aperto per Netflix sotto i migliori auspici. Dopo il boom del 2020 l’azienda ha registrato un calo degli abbonamenti, probabilmente a causa del miglioramento dell’offerta delle aziende in competizione.

Occorre arginare i danni. Non sono state divulgate ancora notizie ufficiali sullo stop alla condivisione dell’account, ma è già in atto una sperimentazione su un campione di utenti che, suo malgrado, si è visto recapitare la malaugurata notifica da Netflix.

In più, esiste una situazione generale di spostamento delle grandi produzioni dalla sala cinematografica alla piattaforma streaming. E questa esclusiva comporta per le aziende di produzione e distribuzione dei nuovi prodotti delle spese ingenti. Si stima che la condivisione degli abbonamenti “costi” alle società di streaming 3,5 miliardi di euro l’anno.

Leggi anche: Netflix produce Master of Universe, in arrivo il 23 luglio 2021

Non è più il momento di poter sostenere spese simili. Urge una stretta. E molti utenti rimarranno a bocca asciutta.