Monete rare, questa vale oltre 9.000€: controllate a casa

Monete rare, attenzione a questo pezzo raro che vale più di 9.000 euro. Potrebbe essere a casa di chiunque di voi 

Foto Pixabay

Se a casa vostra o quella di parenti gironzola ancora delle vecchie lire, non scherzateci troppo su. Alcune queste monete infatti, soprattutto se ancor più datate di quelle che abbiamo visto tra gli anni 80 e 90, oggi potrebbero valere un vero e proprio tesoro. E il motivo è molto semplice: la numismatica, ovvero lo studio e soprattutto della collezione di monete rare, è pronta a pagare a peso d’oro per uno di questi pezzi.

Ci sono tantissimi collezionisti in Italia e nel mondo che sarebbero pronti a farvi subito un maxi bonifico pur di mettere le mani su un pezzo estremamente raro che ora potreste avere già in casa senza nemmeno saperlo. Ecco perché documentarsi sul fenomeno potrebbe essere una mossa molto abile per farvi magari un regalo del tutto inaspettato.

Leggi anche: Sapete di chi era il volto sulla vecchia 1.000 lire?

Monete rare, attenzione alla 20 lire del 1927 

Avere per esempio la vecchia 20 lire di Vittorio Emanuele III del 1927 potrebbe essere uno di questi casi. Considerata estremamente rara, potreste farci un bel gruzzoletto. Basti pensare che Numismatica Varesina, sito di vendita specializzato sull’argomento, la vende addirittura al prezzo di 9.200 euro. Ecco perché, vendendola su un sito d’asta on line, potreste ottenere un prezzo che si avvicina a questa quota super.

Fondamentale, al fine della vendita, è la qualità con cui la moneta è stata conservata nel corso degli anni. Qualora questa fosse in perfette condizioni, allora sarà possibile ricavare il massimo possibile. Il prezzo scende inevitabilmente in caso di inevitabili segni di logorio e potrebbe addirittura crollare qualora questa, pur essendo originale, arrivi addirittura ad avere la cancellazione di una o più parti delle rappresentazioni su fronte e retro. La fortuna, quindi, sta anche nel trovarle più integre possibile eventualmente.