Decreto Sostegni, nuovo rinvio per le cartelle esattoriali. Le ultime novità

Novità in vista per quanto concerne le cartelle esattoriali sono state inserite nel Decreto Sostegni. Andiamo a scoprire cosa potrebbe cambiare.

Pace fiscale
Atti ufficio (Foto Pixabay)

Cresce l’attesa per l’approvazione del nuovo Decreto Sostegni che apporterà una serie di novità a livello finanziario. La grave crisi sanitaria che ha colpito il mondo intero ha provocato in Italia e non solo, un importante problema economico. Tante le attività commerciali che sono state costrette a chiudere i battenti. Proprio per aiutare i cittadini in sofferenza economica il Governo sta studiando le nuove misure da adottare per il Decreto Sostegni.

Dalla bozza in circolazione negli ultimi giorni sono chiari alcune novità che riguarderanno molte categorie. Tra quelle più attese c’è la proroga per quanto concerne le cartelle esattoriali. Ricordiamo che per allentare la pressione fiscale il Governo ha sospeso il pagamento di alcune cartelle e con il saldo e stralcio ha tagliato definitivamente alcuni debiti. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio cosa dovrebbe accadere con il nuovo Decreto Sostegni.

Leggi anche: Uomini e Donne, il contratto firmato dal tronista Massimiliano Mollicone

Decreto Sostegni: novità per le cartelle esattoriali

Cartelle fiscali
Atti ufficio (Foto Pixabay)

La bozza del Decreto Sostegni è composta da 48 articoli che introdurranno una serie di importanti novità. La prima riguarderà il reddito di emergenza che sarà riconosciuto per altri due mesi, a giugno e a luglio. Per ottenerlo bisognerà inoltrare domanda all’Inps entro il 30 giugno 2021. Lo smart working nel settore privato verrà prorogato fino al 30 settembre 2021.

Leggi anche: Quanto guadagna Alberto Matano a La vita in diretta? Le cifre

Per quanto concerne le cartelle esattoriali si va verso il rinvio. Il Governo valuta la possibilità di prorogare lo stop fino al 30 giugno. Sarebbe una buona notizia per gli italiani che avrebbero la possibilità di rinviare, seppur di poche settimane, il pagamento di alcune somme dovute allo Stato.