Bonus auto, nuovi incentivi per l’acquisto di vetture “green”

Gli incentivi sulle automobili a basso impatto ambientale sono stati rinnovati. Quali sono i contributi per il 2021

co2

L’ecobonus è un incentivo che ha permesso l’acquisto di automobili a basse emissioni di CO2. La misura non è finalizzata ad incrementare il commercio del settore automobilistico, ma si inserisce in un più generico programma di conversione ecologica del settore trasporti.

L’Italia ha da sempre sofferto di un’arretratezza strategica e fattuale sulla sostenibilità ambientale rispetto agli altri paesi europei, in particolare del nord europa.

La difficoltà di contenere il trasporto su strada si unisce alla ritrosia culturale nello scegliere mezzi di spostamento privati condivisi,  come ad esempio il car sharing.

Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto. In accordo con un programma europeo, il governo ha stanziato dei contributi per l’acquisto di auto ad emissioni ridotte, a partire dalla Legge Bilancio 2019.

Leggi anche: Digitale terrestre, novità tra i canali: new entry e cancellazioni

Gli incentivi statali 2021 per i veicoli ad emissioni ridotte

inquinamento
(pixabay)

La Legge di Bilancio 2021 ha stanziato 50 milioni di euro per i veicoli commerciali N1 e per i veicoli M1 speciali. Di questi, 10 milioni sono concessi esclusivamente ai veicoli con alimentazione elettrica.

Per ogni acquisto con rottamazione inclusa, sono disponibili fino a 8.000 euro nel periodo dal 1° gennaio al 30 giugno 2021.

Per aver accesso all’ecobonus ci sono degli iter burocratici da espletare sia per il compratore che per il rivenditore. Quest’ultimo deve essere accreditato ed iscritto al Registro imprese.

Da parte dell’acquirente occorre registarsi sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico e seguire le indicazioni segnalate. In più, data l’alta richiesta di accesso all’ecobonus, è bene prenotare il contributo all’indirizzo https://ecobonus.mise.gov.it/.

Leggi anche: Quanto guadagna Adriano Celentano? La pensione d’oro del cantante

All’indirizzo suddetto è possibile consultare anche le tabelle di emissione e la corrispettiva cifra di incentivo.