Quota mamma, pensione anticipata per donne lavoratrici: ecco la proposta 

Quota mamma, ecco la proposta per le donne lavoratrici che giunge sul tavolo del Governo. Di seguito i dettagli 

Foto Pixabay

‘Quota mamma‘, è questa l’ultimissima idea che prende corpo a proposito della riforma delle pensioni e che presto giungerà sul tavolo del governo. Questa consiste in un riconoscimento di 12 mesi di anticipo pensionistico per ogni figlio. La proposta arriva in particolare da Luigi Sbarra, segretario generale della Cisl, ma trova ampia apertura anche da parte della Cgil e Uil. “A nostro avviso – ha evidenziato il dirigente – serve un intervento specifico soprattutto per le donne con figli”.

Leggi anche: Riforma delle pensioni, Tridico incalza: ecco cosa vuole il presidente INPS

Quota mamma, la proposta pensionistica per le donne 

Ed è così che è nata un’idea ben precisa: “Poter dare l’opportunità a tutte le mamme di anticipare la pensione di 12 mesi per ogni figlio oppure a scelta della lavoratrice in questione aumentare il coefficiente di calcolo pensionistico”. Sarebbe un passo in avanti importantissimi per i diritti dei lavoratori, soprattutto per le donne che, appunto, oltre a lavorare devono badare anche a una casa e ai figlio.

Una soluzione che intanto, in attesa di essere discussa seriamente, aggrada già parecchio Mara Carfagna. La ministra per il Sud e la Coesione territoriale ne ha infatti parlato così attraverso il proprio profilo Twitter: “La maternità è (anche) un lavoro da riconoscere: apprezzo l’idea dei sindacati di dare alle donne un anno di sconto sull’età pensionabile per ogni figlio. E’ la proposta di legge su ‘Quota mamma’ che presentai nel 2020, è arrivato il momento di discuterne sul serio”.