Bonus Inps, 2.400 euro a fondo perduto per molte categorie. Ecco a chi spetta

Il bonus Inps sarà di certo richiesto nel giro delle prossime ore da milioni di persone. Si tratta di 2.400 euro a fondo perduto. Scopriamo a chi spettano.

Naspi marzo
Soldi portafoglio (Foto Pixabay)

Il Decreto Sostegni ha apportato una serie di importanti novità per quanto concerne l’economia del nostro paese. Il Governo Draghi, vista la situazione di assoluta emergenza che l’Italia sta vivendo a causa della pandemia, ha deciso di assegnare una serie di bonus al fine di ridare una boccata d’ossigeno ai cittadini. Purtroppo le problematiche per ottenerli sono diverse e al contempo le categorie coinvolte sono ben dettagliate.

Tra gli altri è previsto il bonus Inps, si tratta di ben 2.400 euro a fondo perduto che potranno essere richieste da milioni di lavoratori. Tra questi ci sono sicuramente gli stagionali che a causa del blocco pressoché totale del turismo sono rimasti senza un’occupazione per mesi.

Leggi anche: Svegliati amore mio, quanto guadagna Sabrina Ferilli? Ecco le cifre

Bonus Inps: come ottenerlo

Digital Tax
Soldi (Foto Pixabay)

Andiamo ad analizzare nel dettaglio l’articolo 10 del Decreto Sostegni che riguarda l’indennità una tantum riguardante il bonus Inps. Nello specifico potranno fare richiesta per i 2.400 euro a fondo perduto:

  •  i lavoratori stagionali e i lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
    i lavoratori intermittenti;
  • i lavoratori autonomi occasionali;
  •  i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  •  i lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  •  i lavoratori dello spettacolo.

Leggi anche: Quanto guadagna Gemma Galgani a Uomini e Donne? La verità sullo stipendio

Se vi state chiedendo se e quando presentare la domanda, la risposta è molto semplice. I lavoratori che hanno già fruito delle indennità in passato non dovranno presentare la domanda. Al contrario ci sarà tempo fino al 30 aprile per compilare l’apposito form sul sito dell’Inps.