Cig Covid, pagate il 99.4% delle richieste: tutti i numeri

Cig Covid, arrivano i numeri ufficiali direttamente dall’Inps. Sono state nel totale 99.4% le richieste approvate e pagate. 

Foto Pixabay

Boom di cassa integrazioni elargite dall’Inps durante questo periodo di pandemia. E man mano è migliorato sempre di più la progressioni delle autorizzazioni rilasciate dall’istituto per le domande. Secondo quanto infatti riferisce lo stesso ente statale con l’ultimo aggiornamento dello scorso 28 febbraio, sono state registrate autorizzazioni per il 98.5% delle domande totali giunte in sede con il 99.4% dei pagamenti diretti.

Leggi anche: Cassa integrazione, le ultime novità per l’anno 2021

Cig Covid, i numeri dell’Inps

Naspi
Pixabay

L’Inps, nel totale, si è fatto carico per quasi 30 milioni di prestazioni relative proprio alla Cig Covid. Vi è stato pertanto un tour de force non indifferente per la macchina governativa, col personale che ha lavorato duramente da modalità smart-working e con tutte le tecnologie del caso adoperate per accelerare il più possibile la pratica di fronte a una richiesta titanica. Basti pensare che sono state in tutto 3.822.007 le domande da parte delle aziende per il contributo nazionale. Di queste 3.447.721 sono state approvate, appena 320.516 invece sono state respinte.

Leggi anche: Naspi e CIG: gli importi massimi per gli assegni sociali del 2021

Al di là delle tempistiche non proprio immediate, non si sono registrati problemi con i pagamenti. Su 18.252.504 pratiche totali sono state sbrigate positivamente 18.141.314. A margine ne resta un modesto 0.6% composto da 111.190 integrazioni in lavorazioni, di cui 79.523 giunte nell’uscente mese di febbraio. A oggi sono stati 3.7 milioni i lavoratori che hanno già ricevuto pagamenti diretti, a fronte di 6.595 che devono ancora vederne un primo. Sarebbero invece 3.5 milioni i dipendenti che avrebbero ricevuto anticipi di casse integrazioni direttamente dalle società presso cui esercitano.