Inps, quasi 700mila posti di lavoro in meno su un anno

Secondo i dati pubblicati dall’Inps a novembre sono stati quasi 700mila i posti di lavoro in meno su un anno.

Inps
Pixabay

L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha dato il via a una crisi economica senza precedenti. I contratti precari sono diminuiti di 263.902 unità rispetto ai primi 11 mesi del 2019 per quanto concerne i contratti a termine, di 121.913 per i contratti stagionali, di 80.217 per quelli di somministrazione e di 76.970 per quelli intermittenti. Le interruzioni di questi contratti negli 11 mesi sono state 5.051.000 – equivalenti al -20%. La variazione netta, invece, negli 11 mesi è stata negativa per 295.696 posti di lavoro.

Il saldo annualizzato dei rapporti di lavoro a novembre 2020 è negativo per 664.000 unità. A renderlo noto è stata l’Inps nell’Osservatorio sul precariato. Nel corso dei suddetti mesi del 2020 le assunzioni intraprese dai datori di lavoro privati sono state 4.755.000, corrispondenti al -30% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Leggi anche: Mutuo casa, come bloccarlo in caso di cambiamenti al contratto di lavoro

Inps, i numeri sul lavoro

Inps
Pixabay

Un dato in crescita riguarda i rapporti di lavoro stabili garantiti dallo stop ai licenziamenti. In netta diminuzione quelli a termine e stagionali.

Altri numeri in crescita, a novembre, sono i saldi annualizzati dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato (+161.000) e di apprendistato (+2.000). Si deve sottolineare, però, che sebbene l’aumento sia positivo è comunque in diminuzione.

Leggi anche: Bonus Baby Sitter, nuova proroga per inserire le prestazioni di lavoro

Come si incentivano aziende e lavoro

Secondo Il Sole 24 Ore e il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, al momento attuale l’Irpef è strutturata in un modo che “disincentiva l’offerta di lavoro”.

Per far fronte a questa criticità, secondo la Banca d’Italia è necessario ridurre il carico fiscale sui fattori produttivi in modo da favorire sia l’offerta di lavoro sia gli investimenti. Con questo intervento, in poche parole, si andrebbe a incentivare direttamente la crescita.

Continua a leggere: Riforma Irpef, come si incentivano aziende e lavoro