Bonus over 50: ecco l’ultimissimo intervento introdotto per quest’anno. Si tratta di una misura dedicata dunque a tutti coloro che hanno più di 50 anni. 

Bonus over 50: c’è anche questa misura tra le novità di questo nuovo 2021. Consiste in una manovra che premia aziende e attività ad assumere personale con un’età superiore ai 50 anni, disoccupati, e beneficiari di reddito di cittadinanza, un contributo Naspi o attualmente in Cgs.

La normativa va anche a favore dei disabili, degli internati o per chi è reduce da una detenzione in carcere. Nel caso in cui questi sottoscriveranno un accordo con un datore di lavoro, questo otterrà un’importante riduzione dei contributi da versare allo Stato.

Bonus over 50: tutti i dettagli

Si tratta dunque di una misura mirata all’assunzione di ultra 50enni, coloro che più in assoluto hanno difficoltà nel trovare un’occupazione dopo un licenziamento o un fallimento della precedente contesto lavorativo. Si potrà aderire all’intervento anche attraverso un contratto di lavoro a tempo determinato o con un contratti di somministrazione. Cosa essenziale, tuttavia, è che il soggetto debba avere a partire dai 50 anni e che deve essere disoccupato da almeno 13 mesi. Qualora questi requisiti ci siano tutti, ecco allora che potrà scattare una riduzione dei contributi del 50% addirittura.

Leggi anche: Assegno Inps, 480 euro in più a chi percepisce il Reddito di Cittadinanza

L’agevolazione avrà una durata di 12 mesi in caso di un impiego temporaneo, mentre gli sgravi dureranno invece per 18 di mesi qualora si passi da un’iniziale contratto determinato a una collaborazione indeterminata. Il bonus, inizialmente, è tuttavia valido solo per le assunzioni in part-time. Per quanto riguarda l’azienda, ogni modifica contrattuale deve coincidere con un aumento evidente e tangibile del numero di lavoratori dipendenti. Il motivo è semplice: lo scopo è quello di aumentare i posti di lavoro, non di interscambiarli.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza, bonus e sussidi compatibili

Le uniche aziende che non potranno rientrare in quest’iniziativa sono quelle che hanno già assunto persone disoccupate da più di 12 mesi. Nel caso in cui un over 50 assunto stesse usufruendo di un contributo Naspi, il datore di lavoro potrà ottenere un ulteriore incentivo pari al 20% circa del mensile del neo-lavoratore. Il bonus è inoltre previsto anche in caso di assunzione di lavoratori attualmente in Cigs da non meno di 3 mesi: in questo caso, alle aziende spetta una riduzione dell’aliquota contributiva pari al 10% per 12mesi.