Naspi 2021
Foto Pixabay

Bonus Cashback, Palazzo Chigi ha pubblicato i dati relativi al periodo sperimentale di Dicembre, registrando un successo sopra le attese.

Il Bonus Cashback ha raccolto un successo che è riuscito ad andare oltre alle più rosee previsioni del governo.

La fine del periodo sperimentale varato nel mese di Dicembre ha infatti visto una platea di 5,8 milioni di cittadini che si sono iscritti alla piattaforma IO per poter ottenere il rimborso sulle transazioni effettuate mediante pagamento elettronico. E i rimborsi, nel periodo che va dall’8 al 31 Dicembre, sono stati pari a 22 milioni di euro.

Palazzo Chigi ha diffuso una nota nei giorni scorsi sottolineando come la partecipazione sia andata molto oltre le aspettative, con più di 9 milioni di strumenti di pagamento elettronici registrati. L’importo medio dei rimborsi è stato di circa 48 euro su un totale di 63 milioni di transazioni. 

Leggi anche: Bonus Cashback, aggiunti Google Pay e Apple Pay come metodi di pagamento

Bonus Cashback, attenzione al virus in allegato al modulo

Pixabay

Una misura dunque, varata dall’esecutivo per disincentivare l’utilizzo del contante e combattere così l’evasione fiscale, che ha portato i risultati sperati. I cittadini però devono stare particolarmente attenti perché proprio in virtù di questo successo, si stanno moltiplicando su internet le truffe che sfruttano il nome del bonus per rubare dati sensibili agli utenti. 

Leggi anche: Bonus Cashback, beffa per l’Italia: cosa sta succedendo

In particolare, un’azienda di nome D3Lab, che si occupa di sicurezza informatica, ha infatti scoperto una frode informatica che utilizza il bonus cashback per mietere vittime. Ai contribuenti viene infatti inviato un falso modulo, con un link in allegato, in cui vengono invitati a scaricare la documentazione necessaria per aderire al piano rimborsi.