Pixabay

Pensioni, quali sono le novità introdotte nella nuova legge di Bilancio dell’importo degli assegni e salvaguardie per gli esodati. Vediamo nel dettaglio

Nella nuova Legge di Bilancio 2021, il governo ha varato un pacchetto previdenziale prorogando alcune misure, in attesa di una riforma dell’intero sistema, certificata all’abolizione di Quota 100, che dovrebbe essere discussa per il prossimo anno.

Tra le novità inserite in manovra, c’è la proroga di Opzione Donna e Ape Sociale.  Ci saranno anche alcuni cambiamenti sull’importo degli assegni a partire da gennaio 2021, che riguarderanno principalmente chi richiederà il pensionamento nell’anno in corso. La modifica dell’importo dell’assegno previdenziale avviene ogni anno sulla base dell’adeguamento dei coefficienti ISTAT al costo della vita. 

Leggi anche: Pensioni conguaglio: via alle operazioni per i contributi

Pensioni, approvata non salvaguardia per gli esodati

Pixabay

Attualmente infatti, l’importo viene calcolato con metodo contributivo tenendo conto dell’andamento su base quinquennale dell’inflazione. Si tratta però di un meccanismo che quest’anno determinerà una riduzione degli assegni per i nuovi pensionati. Per fortuna però, arrivano anche delle buone notizie per gli esodati, ovvero tutti quei lavoratori che sono stati profondamente penalizzati dalla riforma Fornero, e che si sono visti cambiare i requisiti in corsa, mentre si trovavano ormai a un passo dal pensionamento. È stata infatti approvata la nona salvaguardia. 

Leggi anche: Pensioni Gennaio 2021, le date per il pagamento in banca

Leggi anche: Pensioni, confermato calendario pagamento anticipato Gennaio

Un provvedimento importante, che si attendeva da circa quattro anni. Gli autonomi invece avranno adesso, come stabilito dalla nuova manovra, la possibilità di poter accedere all’esonero temporaneo dei contributi Inps.