Bonus governo Spid: impennata incredibile in Italia per le domande relative alle nuove identità digitali. Numeri addirittura triplicati rispetto allo scorso anno. 

Boom di attivazioni Spid in Italia nell’anno del Covid-19: come infatti evidenzia l’Agenzia per l’Italia digitale, i numeri risultano addirittura triplicati rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si va infatti dai 5.4 milioni di richiedenti del 2019 ai 15.2 e oltre di questo finale di anno.

Un’impennata clamorosa dovuta soprattutto ai vari bonus stanziati dal governo in questo periodo di emergenza sanitaria ed economica, tra cui, in ultimo, proprio il famoso cashback attivabile con la nuova carta d’identità o appunto con lo Spid per ottenere il 10% di ogni acquisto effettuato con carta.

Bonus Governo Spid: boom di richieste

pensioni trattamento minimo
Foto Pixabay

Così nel solo mese di dicembre, ovvero quando è partita quest’ultima iniziativa, sono stati 1.4 milioni di italiani a fare domanda per l’identità digitale. Cioè circa 460 mila a settimana, per con un picco incredibile di 702 mila soprattutto tra il 9 dicembre – il giorno successivo alla partenza del cashback – e il 16.

Guarda anche: Bonus Caregiver, che cos’è e come funziona

Per rendere l’idea della crescita mostruosa del dato basta considerare i primi cinque mesi del 2020, dove si sono registrate di media soltanto 76 mila richieste settimanali. La curva è poi man mano salita a 178 mila a giugno, 280 mila a luglio e 281 mila a ottobre in base ai vari incentivi che il Governo proponeva.

Leggi anche: Naspi 2021: le date per i pagamenti di gennaio 

La primissima spinta, infatti, è giunta già a marzo in occasione del lockdown nazionale, quando l’Esecutivo introdusse il bonus per le partite Iva da 600 euro e il bonus baby sitting per i quali c’era bisogno appunto dell’identità digitale. Un nuovo rialzo è poi giunto a maggio col decreto Rilancio, il quale ha introdotto il bonus vacanze e il reddito di emergenza sbloccabili sempre con Spid. Ma la domanda che ora molti si pongono è la seguente: le pubbliche amministrazioni si faranno trovare pronte per questo cambio epocale?