Pixabay

L’Inps prevede alcune agevolazioni fiscali per le persone anziani non autosufficienti e per coloro che se ne prendono cura. Vediamo quali sono nel dettaglio. 

Esistono diversi sussidi che lo Stato eroga in favore delle persone anziane affinché venga loro garantito uno stile di vita dignitoso. 

Uno di questi è ad esempio l’Assegno di Accompagnamento Inps, riservato a persone che risultano totalmente invalide mediante un apposito certificato medico che attesti una inabilità pari al 100 per cento.

Per quanto riguarda gli altri requisiti, per potervi accedere non sono richiesti limiti di reddito o di età, basta semplicemente presentare domanda all’Istituto di Previdenza Sociale. Nell’anno 2020 l’importo di questa misura è stato di 520,29 euro mensili.

Leggi anche: Inps, indennità 1.000 euro lavoratori autonomi speciali: le ultime novità

Inps, agevolazioni persone anziane non autosufficienti: la Legge 104 e il rimborso Irpef

Pixabay

Vi è poi la Legge 104/92 che tutela le persone che presentano un handicap grave. Le agevolazioni previste da queste legge sono diverse e riguardano i campi di cura e assistenza della persona. Chi ad esempio ha al suo interno del nucleo familiare un parente che versa in condizioni di grave handicap può presentare domanda per vedersi riconoscere la 104 e ottenere diversi benefici, tra cui permessi lavoro retribuiti. 

Esiste anche la possibilità di disporre di un rimborso Irpef per coloro che all’interno della loro famiglia hanno una persona anziano non autosufficiente. Chi infatti si fa carico delle spese di assistenza e cura della persona può ottenere un rimborso che può arrivare fino a 2.100 euro all’anno.  

Leggi anche: Riforma Pensioni, le proposte dell’Inps per migliorare la previdenza

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza, l’Inps propone di tagliare importo assegni