Digitale terrestre, chi ha i canali Rai oscurati deve pagare il canone?

Il digitale terrestre, nonostante le principali operazioni di refarming si siano concluse, continua a creare disservizi e tanti si trovano ancora a non poter neanche vedere i canali Rai. Si potrebbe quindi richiedere il rimborso del canone?

esenzione canone rai
Digitale terrestre (foto Adobe)

Il percorso che negli ultimi mesi ci ha portato più vicini ai nuovi standard di trasmissione del digitale terrestre DVB-T2 non è stato un percorso liscio per tutti. La conformazione stessa del territorio italiano ha infatti creato situazioni di disparità anche molto evidenti. Ed è per questo che molti cittadini si sono rivolti alle proprie amministrazioni locali per provare ad avere soluzioni.

Il Governo centrale si è mosso per provare a mitigare i disservizi e ad aiutare i cittadini che non hanno nel proprio budget familiare spazio anche per poter acquistare una nuova televisione o un nuovo decoder mettendo in campo alcuni bonus. Questo però non ha risolto tutti i problemi e c’è chi vorrebbe, per questo, non pagare più il canone Rai. Ma è davvero possibile?

Digitale terrestre, quando è prevista l’esenzione

Digitale terrestre canone pagare
Digitale terrestre (foto Adobe)

Il rapporto degli italiani con il canone Rai, che come sempre ribadiamo in realtà dovrebbe essere indicato come canone tv perché si riferisce al possesso di un apparecchio in grado di ricevere i canali televisivi, è sempre stato un po’ accidentato. Con l’esplosione dei servizi di streaming, poi, tanti hanno iniziato a vedere in questo tributo un balzello ingiusto.

Leggi anche: Digitale terrestre, tornano a funzionare le vecchie Tv: come fare

E la situazione che si è venuta a creare con la riassegnazione delle frequenze televisive per fare spazio alla rete del 5G non sta aiutando. Perché, come purtroppo spesso succede nel nostro Paese, probabilmente non sono state preventivate alcune situazioni di disagio dovute alla conformazione territoriale delle Regioni. Molti cittadini si sono improvvisamente ritrovati senza televisione a causa dello spostamento dei ripetitori. Il Governo si è mosso proponendo una serie di bonus per poter acquistare decoder e televisori in grado di ricevere la nuova tecnologia di trasmissione.

Leggi anche: Sorpresa per gli abbonati a Sky: c’è un grosso regalo

Ma in alcune aree neanche i nuovi decoder sono riusciti a risolvere la situazione. Ed è per questo che il Governo ha stanziato nuovi fondi con un bonus destinato all’acquisto di un impianto satellitare. Ma, per chi si trova ancora nell’impossibilità di vedere i canali della Rai, e la conferma arriva direttamente dal sito di Agenzia delle Entrate, non è previsto nessuno sconto nè esenzione dal pagamento del canone Rai. L’esenzione è prevista solo per gli ultrasettantenni con un limite di reddito, per chi dichiara e può dimostrare di non possedere un impianto di ricezione radiotelevisivo e i militari e i diplomatici che lavorano nel nostro Paese.