Call center: ecco come non ricevere chiamate indesiderate

Il fenomeno del telemarketing indesiderato sui cellulari continua a irritare milioni di italiani. Ecco come arginarlo

call center addio chiamate ai cellulari
telemarketing selvaggio (foto: pixabay)

Il fenomeno delle chiamate indesiderate dai call center per proposte commerciali spesso sfocia in qualcosa di poco gradito. A tutti gli italiani sarà capitato di essere interrotti spesso durante il lavoro o alla guida oppure mentre si era impegnati in conversazioni interessanti dalla chiamata di telemarketing. Stavolta, però, il legislatore sembra aver deciso di porre un argine alla questione.

Addio alle chiamate dai call center sui cellulari

call center addio chiamate ai cellulari
Call center (Foto Pixabay)

A fine gennaio, infatti, andrà in vigore in Italia una nuova regolamentazione che consente di allargare il registro delle opposizioni anche ai cellulari. Lo stesso presidente della commissione parlamentare Tutela dei consumatori, ja espresso soddisfazione per l’intervento: “Tra poche settimane sarà attivo il nuovo regolamento sul Registro delle opposizioni, allargato a chiamate automatizzate, senza operatori e su telefonia mobile”.

Leggi anche: Pensioni, controlli INPS: chi rischia il blocco dell’assegno

Il presidente di Consumerismo ha spiegato come avviene la circolazione del numero di cellulare a società commerciali: “Lasciato come contatto per l’attivazione della carta del supermercato, il numero personale finisce nelle liste che si possono acquistare online a poche decine di euro”, ha ricordato Luigi Gabriele. Per capire il valore del regolamento va ricordato che l’iscrizione al nuovo registro permetterà l’annullamento di tutti i consensi pregressi rilasciati per finalità di telemarketing.

Leggi anche: Superenalotto, tutti i premi di consolazione: boom di vincite

Inoltre sancirà il divieto di cessione a terzi dei dati personali. Una sorta di azzeramento delle concessioni precedenti. Si tratta, quindi, di attendere ancora poche settimane, due o forse tre al massimo per rendere operativo il nuovo regolamento. Per bloccare il trattamento dei propri dati personali basta rivolgersi ai seguenti canali:

web (compilazione di un modulo elettronico),

telefono (chiamata al numero verde Rpo 800 265 265),

email (invio tramite posta elettronica di un apposito modulo all’indirizzo iscrizione@registrodelleopposizioni.it,

raccomandata.