F1, il documentario Netflix su Michael Schumacher

L’uomo, la leggenda. Le due sfere di narrazione di Michael Schumacher diventano documentario Netflix. Disponibile dal 15 settembre

schumacher
(Twitter)

Non è mai semplice tratteggiare la vita di un personaggio pubblico, specialmente se l’epilogo della sua carriera si è svolto in maniera tragica. Di recente Netflix ha prodotto “Il divin codino”, docu-film su Roberto Baggio che ha commosso ed emozionato sia lui che i suoi fan.

Ma in questo caso la faccenda è differente. Netflix produce un documentario su Michael Schumacher, ex pilota che è diventato leggenda, sia a causa delle sue innumerevoli vittorie, che del suo ritiro forzato dalla pista a causa di un grave incidente sugli scii. Questo è il primo prodotto sul campione automobilistico realizzato con la collaborazione della famiglia, che dall’uscita dal coma dell’ex pilota, mantiene il più stretto riserbo sulle sue condizioni di salute.

Netflix ha prodotto il documentario dal titolo “F1”, che alterna narrazione con interviste ed immagini di repertorio. Il docu-film sarà disponibile su piattaforma a partire dal 15 settembre 2021.

Leggi anche: “Chernobyl 1986”, il nuovo disaster movie nel catalogo Netflix

Michael Schumacher, il campione e l’uomo

schumacher
(Twitter)

Michael Schumacher e nato nel 1969 in una cittadina dell’Ovest della Germania. Ben presto è diventato campione assoluto della Formula 1, vincendo un numero di titoli mondiali senza precedenti. Ha corso prima con la Benetton, per poi affermarsi con la Ferrari, al quale è tutt’ora associato. E’ il pilota più popolare del mondo della formula 1, insieme ad Ayrton Senna, deceduto tragicamente durante una gara.

Gli epiloghi tragici rendono leggenda i campioni, ed è facile che si varchi il confine della speculazione. Netflix ha prodotto il documentario su Michael Schumacher con la collaborazione della famiglia, che ha supervisionato le fasi della realizzazione, per rendere l’immagine di Schumacher vicina al loro desiderio.

Senza aver ulteriori notizie sul prodotto, ciò che risulta toccante è la storia del pilota. Oltre ad essere campione assoluto di Formula 1, Schumacher si è costantemente speso in attività filantropiche, che lo hanno portato alla nomina di ambasciatore Unesco.

L’incidente che lo ha ridotto in coma farmacologico per lungo tempo ha del paradossale. E’ avvenuto durante una discesa sciistica, e a creare il forte trauma cranico, che poi è degenerato in emorragia, è stata l’asta della telecamera montata per riprendere il pilota.

Leggi anche: “Black out”, Netflix e gli Obama insieme per una nuova serie

Michael Schumacher ora vive nella sua casa, ed è sottoposto a continue cure. I fan del pilota vogliono conoscere le condizioni di salute del pilota, ma sono coperte da segreto familiare. Chissà se questo documentario riuscirà a far trapelare maggiori informazioni.