Contributi a fondo perduto, la data per la dichiarazione dei redditi

Con l’approvazione in legge del Decreto Sostegni bis, i possessori di partita Iva hanno tempo fino al 10 settembre per presentare la dichiarazione dei redditi necessari a richiedere i contributi a fondo perduto

(pixabay)

Sarà il 10 settembre 2021 il termine ultimo per inviare le dichiarazioni reddituali necessarie per richiedere i nuovi contributi a fondo perduto. 

La decisione è stata presa a seguito della conversione in legge del Decreto Sostegni bis: il Governo ha voluto mantenere il calendario predisposto inizialmente: le partite IVA che vorranno accedere ai contributi dovranno ora necessariamente anticipare i tempi.

Leggi anche: L’Onu sta per presentare il nuovo rapporto sul cambiamento climatico mondiale

Contributi a fondo perduto, le scadenze

(pixabay)

Attenzione dunque alla data del 10 settembre 2021 per tutti i titolari di partita Iva che sono intenzionati a presentare la domanda per i nuovi contributi a fondo perduto. Anticipato dunque da parte dello Governo il termine ultimo per inoltrare le dichiarazioni reddituali nonostante le numerose richieste di proroga ricevute nel corso delle ultime settimane.

Sempre a settembre scadrà il termine utile per accedere ai contributi a fondo perduto alternativi: tutte queste persone avranno tempo fino al 2 settembre. Inoltre il 15 settembre 2021 bisognerà ultimare i versamenti di varie tasse, come IRES, IRPEF IRAP e le imposte sostitutive.

Il 30 agosto 2021, infine, terminerà la sospensione di milioni di cartelle esattoriali rimaste congelate durante la crisi causata dal Covid-19: i contribuenti interessati avranno tempo fino al prossimo 30 settembre per eseguire i pagamenti.

Leggi anche: Il Movimento #IoApro torna a protestare a Roma contro il Green Pass

Non cambia assolutamente nulla, invece, per il resto delle partite Iva che dovranno presentare la dichiarazione dei redditi 2021 entro il 30 novembre 2021.