In Italia sta salendo il costo delle nuove abitazioni per i consumatori

L’Istat pubblica le recenti statistiche. Il costo delle abitazioni, sia nuove che preesistenti, è in aumento rispetto al 2020

casa
(pixabay)

Il mercato immobiliare nel 2021 sta facendo un balzo in avanti. Lo conferma l’Istat, riportando i dati del primo trimestre dell’anno, e avanzando le prime statistiche sull’andamento del semestre gennaio-giugno. Questi dati sono pubblicati in un comunicato stampa del 28 giugno 2021.

L’Istituto di statistica nazionale stabilisce l’IPAB, un indicatore dei prezzi delle abitazioni. Secondo questo indice nel periodo tra gennaio e marzo 2021 il costo delle case acquistate dalle famiglie, o da single, è aumentato dell’1,1% rispetto al trimestre precedente, e dell’1,7% raffrontato agli stessi mesi del 2020.

Questi dati sono significativi parzialmente. Il 2020 è stato un anno d’eccezione, con un congelamento dei consumi senza precedenti. Per cui era intuibile che con la ripresa dei consumi anche i prezzi delle case avrebbero subito un incremento.

Il mercato immobiliare può giovare di un aumento dei prezzi delle abitazioni nuove del 3,9% e di quelle preesistenti dell’1,2%, in lieve calo rispetto al trimestre precedente, dove l’incremento si attestava all’1,3%.

L’Istat sottolinea che i dati pubblicati sono parziali, l’anno è ancora in corso, ma l’IPAB sul tasso di variazione acquisito per ora è positivo per lo 0,7%.

Nell’aggiornamento di queste statistiche il peso conferito alle voci prese in esame è del 16,7% per le abitazioni nuove e 83,3% per le case già esistenti.

Sarebbe interessante conoscere la distribuzione geografica e tipologica di queste statistiche. In assenza di dati si può supporre che buona parte della ripresa dei prezzi coinvolga maggiormente le grandi città italiane, in particolare le città d’arte, che con l’assenza del turismo avevano subito nel 2020 un crollo delle vendite.

Si attendono i dati Istat più completi per averne conferma.

Leggi anche: Il crollo del turismo in Europa a causa del Covid, l’ultimo rapporto Eurostat

Leggi anche: Sullo sblocco dei licenziamenti non resta che attendere l’incontro di Draghi con i sindacati

A questo link il comunicato integrale Istat