Super League, maxi sanzione per i club “dissidenti”? La situazione

Super League: non si placano le polemiche ed i dissidi nemmeno dopo il dietrofront dei club fondatori. In arrivo delle sanzioni esemplari

Sanzioni Super League
Pixabay

Le polemiche contro la Super League non si spalcano anche dopo il dietrofront dei club “dissidenti” e fondatori. Che avevano tentato il “golpe” con la nascita della competizione a carattere europeo senza il benestare dell’UEFA. Non è bastato il ritrattare le idee per l’organo calcistico internazionale, che potrebbe in queste ore presentare il conto contro gli ideatori della “scissione”. Infatti nelle ultime ore si parla di possibili provvedimenti disciplinari da scontare nella prossima stagione.

Tante le ipotesi che si rincorrono, sta di fatto che l’UEFA potrebbe continuare la linea del pugno duro e portare avanti la propria linea. Ma a questo punti ci si chiede quanto possa valere questa linea e se il braccio di ferro potrebbe portare benefici. L’UEFA ha trovato i principali responsabili, indicati in Real Madrid e Juventus. Con le conferme che arrivano da Tancredi Palmieri che su Twitter ha provato a fare il punto della situazione.

Leggi anche: Elisa Isoardi lascia la Rai: per la conduttrice arriva il contratto da sogno

Che nello specifico porta a multe e sanzioni disciplinari severe che potrebbero arrivare anche a penalizzazioni o – nell’ipotesi peggiore – anche a squalifiche per un anno. Anche se a questo punto dovrebbe prevalere la linea più morbida.

Super League, in arrivo sanzioni per Real e Juve?

Sanzioni Super League
Pixabay

Nelle scorse ore sono trapelate delle notizie dal Comitato Esecutivo dell’UEFA che spingerebbe per attuare la squalifica dalle coppe per un anno alle squadre maggiormente responsabili di quanto accaduto. In Italia ovviamente a tremare sono i tifosi di Inter Milan e Juventus, i tre club che avrebbero dovuto prendere parte alla lega dei ricchi che non ha trovato spazio anche per le proteste dei tifosi e degli stessi calciatori ed allenatori.

Che non hanno voluto prendere parte ad una competizione limitativa per i piccoli club. Ma a questo punto sono intervenuti nuovamente i tifosi, che maggiormente si sentono penalizzati in questa situazione. Che potrebbe portarli a pagare il prezzo maggiore in caso di squalifiche.

Leggi anche: Vieri vende la sua villa, nessuno può permettersela: il prezzo è clamoroso

Sui social monta la protesta delle tifoserie di Inter Milan e Juventus che dapprima hanno boicottato la Super Lega e che adesso chiedono a gran voce all’UEFA di non penalizzare i club. La partita è appena iniziata. Ed il risultato in questo caso appare davvero incerto.