Pixabay

MoneyFarm lancia l’allarme sulle pensioni: in futuro assegni più bassi. Lo afferma uno studio condotto dalla società di consulenza finanziaria. 

MoneyFarm lancia l’allarme sul futuro delle pensioni. La società di consulenza finanziaria e gestione del risparmio ha svolto uno studio in cui ha messo in rilievo come in futuro, l’importo degli assegni previdenziali potrebbe subire dei tagli.

Nel report viene infatti evidenziato come il rapporto tra la spesa pensionistica e il Pil rischia di diventare insostenibile nel lungo termine. Il Welfare pubblico ha un costo insostenibile per le casse dello Stato e prima o poi questo criticità verrà fuori. Lo studio è stato realizzato in collaborazione con Progetica, una società che si occupa di educazione e pianificazione finanziaria. 

Leggi anche: Il governo riuscirà ad evitare il taglio delle pensioni?

Moneyfarm, allarme sul futuro pensioni: quale soluzione per i contribuenti?

Pixabay

Le previsioni, come già accennato, sono tutt’altro che rosee, con milioni di lavoratori che potrebbero ritrovarsi ad andare in pensione con cifre che potrebbero rappresentare circa la metà dello stipendio che percepiscono attualmente. E questo, anche nel caso in cui versassero i contributi in modo continuativo per venticinque anni.

Situazione peggiore e altamente discriminante per le donne, che secondo la ricerca, potrebbero percepire un importo inferiore del 20 per cento a quello degli uomini.

Secondo MoneyFarm l’unica vera arma che hanno a disposizione i futuri pensionati per non rischiare di prendere “uno stipendio da fame” una volta giunti all’età pensionabile, è quello di pensare fin da adesso ad acquistare forme di previdenza complementare.

Leggi anche: Pensioni, Protezione Civile conferma pagamenti anticipati Dicembre

Leggi anche: Rivalutazione Pensioni 2021, aumenta importo assegni previdenziali?