Cosa rischia chi guida in infradito? Lo dice il Codice della Strada

Guidare con le ciabatte infradito viene considerato un comportamento sanzionabile. È davvero così? Cosa dice il Codice della Strada

infradito guidare è vietato
Infradito guida (Foto Adobe)

I comportamenti alla guida sono regolati dal Codice della Strada. Ad esempio, oltre alle infrazioni più note come eccesso di velocità, ignorare il semaforo rosso o guidare in stato di ebbrezza, ce ne sono altre che sono sanzionabili. Ad esempio gettare i rifiuti dal finestrino. E poi c’è la questione dell’abbigliamento, nello specifico delle calzature. Molte persone ritengono che sia vietato guidare con le infradito, con le ciabatte o a piedi scalzi.

Le infradito sono molto comuni in estate, sia per uomini che per donne. Specialmente quando la destinazione da raggiungere alla guida è la spiaggia. Il Codice della Strada stabilisce che il conducente deve avere tutte le facoltà per mantenere il controllo del veicolo, di cui può far parte anche l’abbigliamento. Infatti a piedi scalzi se il piede suda può scivolare dall’acceleratore. Le ciabatte, le infradito, possono sfilarsi dal piede e bloccare il pedale dell’acceleratore o del freno, comportando problemi alla sicurezza personale e degli altri automobilisti.

Guida con infradito, cosa dice la legge

infradito guidare è vietato
Infradito guida (Foto Adobe)

Il Codice della strada, nell’articolo 141 comma 2 dispone: “Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie, in condizione di sicurezza, in modo da garantire la tempestiva frenata del mezzo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile.”

Leggi anche: Spid obbligatorio dopo l’estate: cosa rischia chi non l’avrà

Quindi la guida in infradito non è raccomandabile ma non è vietata, a differenza di ciò che si pensa comunemente. Non si può essere passibili di multa per guida in infradito, ciabatte o a piedi scalzi. Nel 1993 il Codice della strada ha abolito questo divieto, anche se molte persone non lo sanno. Rimane comunque consigliabile portare in macchina scarpe comode di ricambio, anche ad esempio quando si guida con i tacchi.

Leggi anche: Autovelox, nuove regole da settembre: esultano gli automobilisti

Le conseguenze sanzionatorie della guida in infradito può incorrere solo in caso di incidente. Il guidatore può essere considerato non in grado di frenare adeguatamente, quindi la responsabilità può ricadere su di lui e non ricevere il risarcimento dall’assicurazione.