Autovelox, nuove regole da settembre: esultano gli automobilisti

Grosse novità per gli automobilisti, da settembre cambiano le regole dell’autovelox con le quali fare i conti

Autovelox multe e sanzioni
Autovelox multe (Foto Pixabay)

Una delle maggiori preoccupazioni per gli automobilisti che percorrono strade statali e provinciali è la presenza dell’autovelox ai margini della carreggiata. Anche i più attenti possono incappare in multe e sanzioni anche pesanti (economicamente e con perdita di diversi punti dalla patente) per apparecchi nascosti o segnalati non chiaramente. Incontrare un autovelox infatti è un’esperienza comune a chiunque guidi lungo le strade della penisola.

Sono gli enti locali sui tratti stradali di loro competenza a provvedere alla sicurezza e alla segnaletica stradali, utilizzando l’autovelox come strumento di limitazione della velocità. Tuttavia capita a volte che l’apparecchio non sia visibile con facilità e che il suo utilizzo sia mirato a fare cassa, più che a garantire il rispetto delle norme del Codice della strada.

Come cambiano le norme riguardanti l’autovelox, quali le modifiche previste

Autovelox multe e sanzioni
Autovelox multe (Foto Pixabay)

La discussione parlamentare su norme più precise riguardanti l’uso dello strumento che consente di determinare la velocità di marcia di un veicolo risale a più di 10 anni fa. La Commisione parlamentare d’inchiesta sulla Tutela dei consumatori e degli utenti ha annunciato l’impegno del governo dimissionario ad accogliere delle modifiche al decreto legge Trasporti, concernenti appunto l’uso del misuratore di velocità.

Leggi anche: “Conto corrente sospeso”. L’avviso che sta terrorizzando gli italiani

Il provvedimento governativo, che sarà presentato entro fine mese alla Conferenza Stato città ed autonomie locali, prevede una limitazione e una regolamentazione all’uso incongruo dell’autovelox da parte degli enti locali. Non sarà possibile nascondere il misuratore di velocità per erogare multe e sanzioni, ponendo così fine alla consuetudine delle contravvenzioni facili per riempire le casse degli enti locali che tanto irrita chi è alla guida di un veicolo.

Leggi anche: Bollo auto, novità in arrivo con un nuovo governo?

Unico fine degli strumenti di misurazione della velocità sarà il controllo della sicurezza stradale con indicazioni chiare e precise di limiti di marcia e della presenza dell’autovelox. Si porrà così fine a un iter parlamentare lungo quasi dodici anni e con una misura molto attesa dagli automobilisti anche quelli più attenti e ligi al Codice della strada.