Benzina, approvata la proroga fino ad agosto. Ma è una beffa

Prorogato lo sconto sul prezzo dei carburanti al distributore fino ad agosto ma per i cittadini è una beffa

Aumenti benzina (Foto Pexels)
Aumenti benzina (Foto Pexels)

Gli italiani stanno attraversando un periodo difficile sotto il profilo economico. I costi dell’energia hanno spinto l’inflazione che già stava avanzando, anche se a ritmi più contenuti, alla ripresa delle attività dopo il periodo più acuto della pandemia. L’andamento delle bollette di luce e gas ha provocato l’aumento dei prezzi di diversi prodotti.

L’inflazione è salita a tal punto che la Banca centrale europea è dovuta intervenire aumentando i tassi di interesse. La mossa è una tipica manovra finanziaria per regolare i prezzi. Nel medio termine ci sarà già una frenata dei prezzi. Intanto a creare difficoltà ulteriore è anche il caro carburanti.

Carburanti, approvato il decreto che proroga lo sconto

Benzina e gasolio
Benzina e gasolio (Foto Adobe)

Negli scorsi mesi il Governo era intervenuto su accise e iva abbassando il prezzo al distributore di 30 centesimi al litro. Tuttavia, dopo circa un mese e mezzo il prezzo è risalito nonostante il taglio. Ad oggi, infatti, il prezzo dei carburanti è lo steso del periodo in cui non c’era stato ancora l’intervento su accise e iva.

Leggi anche: Anticipare al 2028 lo stop di benzina e diesel farebbe risparmiare 635 milioni di euro

Era atteso in tal senso un intervento del Governo per abbassare ancora il prezzo. Infatti, il 24 giugno il ministro dell’Economia Franco e della Transizione ecologica Cingolani hanno firmato il decreto interministeriale che proroga il taglio precedente al 2 agosto 2022. Tuttavia, questo provvedimento ha il sapore della beffa per i cittadini.

Leggi anche: Imu non pagata, la casa può essere pignorata?

In tal modo, infatti, si conserva il taglio preesistente ma il prezzo al distributore resta tale. Nello stesso giorno dell’approvazione del decreto interministeriale il prezzo dei carburanti medio in Italia è il seguente:

Carburanti (€/1.000 litri)
Benzina2.063,48
Gasolio auto2.006,04
GPL829,72

 

I cittadini si aspettavano un intervento simile a quello precedentemente attuato che si è servito del maggiore incasso dell’Iva dovuto al rincaro per coprire un ulteriore taglio. L’unica possibilità per ottenere un ribasso dei prezzi dei carburanti, a questo punto, è l’attesa del calo dei prezzi greggio.