Busta paga, quattordicesima in arrivo: chi la riceverà

Con l’arrivo dell’estate sta per essere emesse la quattordicesima: ecco nelle tasche di chi andrà la gratifica feriale

Quattordicesima pensioni INPS chi riguarda
Quattordicesima pensioni INPS (Foto Adobe)

L’estate 2022 porterà con sé l’erogazione della quattordicesima ai pensionati italiani e ai lavoratori dipendenti. Si tratta di una somma aggiuntiva alla pensione che viene distribuita dall’INPS tra giugno e luglio, proprio in corrispondenza del periodo delle vacanze. Non tutti riceveranno la quattordicesima nello stesso momento e questa non sarà erogata a tutti i pensionati e dipendenti.

Per ricevere la quattordicesima, infatti, bisogna soddisfare determinati requisiti. La prima cosa da dire è che proprio come a Natale l’INPS eroga la “gratifica natalizia”, ovvero la tredicesima, durante il periodo delle vacanze estive l’Istituto eroga la “gratifica feriale”, ovvero la quattordicesima. Vediamo ora nel dettaglio chi riceverà la quattordicesima.

Quattordicesima in arrivo sulla busta paga per queste persone

Quattordicesima pensioni
quattordicesima (Foto Adobe)

La quattordicesima è erogata ai lavoratori in presenza di un periodo di 15 giorni lavorativi al mese e la somma aggiuntiva non sempre equivale all’importo erogato per lo stipendio mensile. Il valore della quattordicesima non deriva da nessuna norma ma è disciplinato in sede contrattuale. I lavoratori del comparto pubblico ricevono la somma aggiuntiva sullo stipendio, così come previsto dal CCNL. 

Leggi anche: Busta paga, chi potrà avere il doppio bonus Renzi-Draghi

Per quanto riguarda le pensioni l’INPS procede all’erogazione della quattordicesima tendendo conto di diversi elementi: innanzitutto i pensionati devono avere un’età anagrafica non inferiore a 64 anni. L’INPS poi prende in considerazione anche il valore dell’assegno della pensione.

Per il 2022 l’importo stabilito per la distribuzione della somma aggiuntiva non subisce modifiche. La presenza di eccezioni porta a individuare la presenza di un reddito non più basso di 1,5 volte il minimo vitale o, ancora, se rientra nel reddito tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo vitale. Gli anni contributivi versati rappresentano un altro tassello importante per la determinazione dell’importo della somma aggiuntiva.

Leggi anche: Rottamazione-ter, cosa succede a chi non ha pagato ad aprile?

Come detto, invece, la base di riferimento per i lavoratori dipendenti restano le condizioni siglate nel CCNL. Tornando, infine, ai pensionati, per sapere quando viene pagata la quattordicesima bisogna rapportarsi al calendario dei pagamenti INPS. Nel momento in cui sono disposti i pagamenti mensili dei trattamenti pensionistici, contemporaneamente l’Istituto dovrebbe mettere in pagamento la gratifica feriale a favore dei pensionati aventi diritto.