Allerta Agenzia delle Entrate: sta arrivando quest’email a molti

Allerta lanciata dall’Agenzia delle Entrate: ecco cosa sta accadendo a molti in queste settimane. Brutta sorpresa

Agenzia delle Entrate
Agenzia delle Entrate

Scatta l’allerta dall’Agenzia delle Entrate, che mette in guardia tutti i cittadini contro una nuova truffa ai danni dei cittadini. Con una nota dal sito ufficiale agenziaentrate.gov.it vengono chiariti i dettagli di questa nuova campagna phishing che mira a truffare i contribuenti tramite l’invio di mail ovviamente inviate da indirizzi sconosciuti.

Si tratta dell’ennesimo stratagemma messo in atto dai truffatori che invitano i contribuenti a compiere delle operazioni online attraverso dei link che poi veicolano su siti pirata. Persone inesperte potrebbero cadere nella trappola inserendo anche dati personali che poi porterebbero a gravi conseguenze. Massima allerta, dunque.

Mai rispondere a queste mai di dubbia provenienza, anche perché lo stratagemma resta sempre lo stesso, identico a quello utilizzato con l’invio di SMS sui cellulari i WhatsApp. Nello specifico la mail – come si legge sul sito ufficiale dell’Agenzia- proviene da falsi mittenti e veicolata a nome dell’Agenzia.

Allerta Agenzia delle Entrate: attenti all’email 

Agenzia delle entrate

Con un messaggio anche attraverso i canali social, l’Agenzia delle Entrate ha lanciato l’allerta come si può leggere dalla foto sopra: “Attenzione! Circolano mail-truffa con false disposizioni da parte dell’Agenzia delle Entrate a consegnare l’ultima dichiarazione dei Redditi. Non aprire gli allegati e cestinate immediatamente. Sul nostro sito tutti i dettagli”.

Leggi anche: Inps e pensioni, cambiano i tassi sui prestiti

Anche dal sito ufficiale dell’Agenzia si fa riferimento a questi tentativi di truffa con una nota che invita a non tenere conto di queste mail. L’obiettivo (falso) di questi raggiri è quello della consegna dell’ultima dichiarazione dei redditi con l’oggetto “Commissione di osservanza sul registro tributario” oppure “Commissione di osservanza sull’anagrafe tributaria”.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, scattano le assunzioni: da dove si inizia

Nella stessa mail si invita poi ad aprire un allegato cifrato, al cui interno è poi contenuto un file malevolo che potrebbe consentire l’accesso a tutti i dati riservati e personali presenti sul dispositivo. Il consiglio resta quello di cestinare immediatamente queste mail e di non aprire nessun allegato per evitare qualsiasi rischio.