Il Tribunale di Hong Kong ha condannato 12 attivisti per manifestazioni non autorizzate dal governo

La maggior parte di loro è stata portata in carcere subito dopo la sentenza

Getty Images

Nella giornata del 15 Settembre 2021, il tribunale di Hong Kong ha condannato 12 attivisti politici a una pena che andrà dai quattro ai dieci mesi di carcere con l’accusa di aver partecipato a una manifestazione non autorizzata dal governo. Il riferimento è alla manifestazione che si è tenuta lo scorso giugno 2022 in ricordo della strage di Tienanmen. Tra le persone condannate, figurano diversi attivisti di spicco della città come Albert Ho, ex vice presidente dell’Alleanza a sostegno dei movimenti patriottici democratici. Si tratta di un gruppo politico attivo sul territorio di Hong Kong da oltre trent’anni. Tre delle condanne emesse dal tribunale sono state al momento sospese per un periodo compreso tra un anno e un anno e mezzo, mentre gli altri condannati sono stati portati in carcere subito dopo il pronunciamento.

Leggi anche: In Spagna aumentano i delitti d’odio legati all’omofobia

Leggi anche: La nazionale di calcio femminile afghana è scappata in Pakistan

Su alcuni di loro inoltre, vi sono ancora dei processi in corso per i quali dovranno presentarsi a testimoniare entro la fine dell’anno.