Carta di credito e carta di debito, che differenza c’è?

La carta di credito e di debito hanno scopi simili ma funzionamenti differenti. Non tutti li conoscono, quali sono?

bancomat
(pixabay)

La carta di credito e la carta di debito sono entrambe dei dispositivi fisici per prelevare ed effettuare spese, anche online. Fino a un po’ di tempo fa le spese sul web si potevano effettuare solo con la carta di credito, ma le banche, con l’incedere del mercato online, ha introdotto il sistema di pagamento anche per le carte di debito.

La prima cosa da sapere è che la carta di debito è quella comunemente denominata bancomat. Il bancomat ha i suoi pro ed i suoi contro. E’ un contratto con la banca per utilizzare il proprio denaro finchè ce n’è, non oltre. Se il conto va in rosso, viene immediatamente segnalato ad ogni operazione, e non è possibile fare acquisti tramite il pos.

Allo stesso tempo permette di verificare meglio il residuo sul conto corrente. L’importo della spesa viene sottratto ad ogni singola transazione, così da rendere più palese l’effettivo denaro sul conto corrente. Allo stesso tempo, se non si dispone dei servizi sul web, la prenotazione ad esempio di alberghi o altri servizi telefonicamente non è possibile. Il bancomat infatti non contiene le 16 cifre necessarie al gestore di un esercizio commerciale per trattenere denaro a distanza.

Molti possessori di bancomat, infatti, per effettuare via web o telefonicamente degli acquisti, si dotano di un’ulteriore carta prepagata, che contiene i famosi 16 numeri.

Leggi anche: Cashback 1.500€, stangata in arrivo per i furbetti?

I pro e contro della carta di credito

bancomat
(pixabay)

La carta di credito, dal canto suo, ha come svantaggio l’accredito dei pagamenti. Viene notificato ed effettuato al termine di ogni mese, per cui, è più facile effettuare spese fuori controllo. Allo stesso tempo permette di fare acquisti anche superiori al residuo sul conto corrente, incorrendo in tal caso in delle penalità.

Un altro vantaggio si ha quando si viaggia. La carta di credito infatti, si appoggia a circuiti internazionali validi in tutto il mondo. Prelevare contanti con la valuta locale, con la carta di credito è più semplice.

Leggi anche: Pagamenti POS, arriva il piano di Draghi: ecco cosa accade a chi li rifiuta

In alcuni casi la carta di credito può avere un costo annuale, il bancomat generalmente è gratuito. Ma con la carta di credito si possono effettuare transazioni a distanza, anche senza bisogno di carte aggiuntive, le 16 cifre sono presenti direttamente sulla carta di credito.