Pensione di vecchiaia, tutti i requisiti validi fino a dicembre 2022

Mentre il Governo è al lavoro per la nuova Riforma Pensioni, vediamo i requisiti attuali per andare in pensione validi fino a dicembre 2022

pensione
(pixabay)

Come ben sappiamo il governo Draghi è al lavoro per la nuova Riforma pensioni che dovrebbe entrare in vigore a fine anno.

Proprio il 31 dicembre 2021 scade infatti Quota 100 e sono tante le ipotesi al vaglio che riguardano tutti coloro che, dopo anni di duro lavoro, possono godersi la tanto agognata pensione.

Mentre attendiamo novità riguardanti la Riforma pensioni, vediamo quali sono fino ad ora le regole per ritirarsi dal mondo del lavoro con la pensione di vecchiaia e le differenze dei requisiti per gli uomini e per le donne.

Leggi anche: Mutuo prima casa senza garante? Ecco come richiederlo lo stesso!

Pensione di vecchiaia, tutti i requisiti e i possibili scenari

pensioni
(pixabay)

Prima della Riforma pensioni Fornero del 2011, i requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia erano diversificati per uomini e donne. Prima per andare in pensione occorrevano 66 anni per gli uomini dipendenti o autonomi e per le lavoratrici del pubblico impiego, mentre alle lavoratrici dipendenti del privato venivano richiesti 62 anni di età e alle autonome e parasubordinate 63 anni e 6 mesi.

Con la Riforma Fornero tali requisiti sono stati gradualmente innalzati, parificando il requisito legato all’età pensionabile tra uomini e donne.

Ad oggi la pensione di vecchiaia la si raggiunge a 67 anni di età e 20 di contributi, questo sia per i lavoratori che per le lavoratrici dipendenti del settore privato o del settore pubblico. Tali requisiti resteranno fissi fino al 31 dicembre 2022 mentre dal 2023 è previsto un innalzamento dei requisiti anagrafici.

Leggi anche: Bancomat, se prelevi questa cifra può costarti molto caro

Tutti gli adeguamenti successivi al 2022 sono stimati in base allo scenario ISTAT 2021 che però potrebbe cambiare a causa della pandemia che ha avuto un notevole impatto sull’aspettativa di vita. Tale scenario prevede l’ingresso nel mondo pensionistico a 67 anni e 3 mesi dal 2023 al 2028; a 68 anni dal 2029 al 2042 (ogni anno però si aggiungono due mesi in più per raggiungere la pensione) ; dal 2043 al 2048 a 69 anni.