Telegram, con questo aggiornamento è guerra a Zoom e Skype

Telegram rilascia un nuovo aggiornamento tutto concentrato sulle videochiamate, per affossare anche Skype e Zoom

Telegram, con questo aggiornamento è guerra a Zoom e Skype
Pixabay

Ci sono i grandi servizi di videoconferenza e videochiamate nel nuovo aggiornamento di Telegram che continua a rosicchiare utenti a WhatsApp e ora cerca di attirare anche chi ama fare videocall di gruppo.

Alcuni cambiamenti sono più estetici che sostanziali ma siccome anche l’occhio vuole la sua parte, il team di sviluppo dell’app dell’aeroplanino ha pensato a un mimglioramento dell’esperienza a tutto tondo, lavorando alla condivisione ma anche alle animazioni.

Telegram: sfondi animati e sicurezza

Telegram, con questo aggiornamento è guerra a Zoom e Skype
Pixabay

Prima di parlarvi di tutte le novità delle videochiamate su Telegram, vogliamo soffermarci un momento invece su un altro aggiornamento: uno sulla sicurezza. L’app ora invia all’utente un promemoria per confermare se il numero di telefono registrato è quello utilizzato. Il promemoria è un avviso che trovate tra le impostazioni, quindi niente di invadente.

C’è poi una piccola modifica anche alla Verifica in due passaggi. Per garantire sicurezza agli utenti, l’app invierà una notifica nel caso in cui le impostazioni della Verifica in due passaggi vengano modificate.

Leggi anche: Aggiornate subito Windows, riscontrata pericolosa vulnerabilità

Ma veniamo ora alle videochiamate e ai messaggi. Le videochiamate permettono ora di condividere lo schermo o le immagini da fotocamera con tutti i partecipanti (ora il limite è fissato a 30 ma il numero crescerà con i successivi aggiornamenti). Se non usate il video e fate quindi una telefonata di gruppo non avete limiti di partecipanti.

Leggi anche: Il mercato dei computer in pericolo a causa del Covid? Lo dicono i dati

Anche la creazione delle chat vocali e il passaggio alla videoconferenza è più snello: si può trasformare in chat vocale qualunque gruppo, basta esserne amministratore e ogni chat vocale può diventare anche una videoconferenza (con però il limite di cui vi dicevamo prima).

Per migliorare l’esperienza estetica, ora le chat hanno sfondi animati condivisibili e sono animati meglio anche i “palloncini” dei messaggi quando si scrive. Ultima chicca estetica sono le emoji e gli sticker che ora appaiono saltando nella chat dal pannello sticker.